4 Giugno 2014

Opel, ecco le strategie

Opel ha presentato un aggiornamento della sua strategia. La Casa tedesca si è prefissata alcuni obiettivi. Entro il 2022, Opel (con Vauxhall) punta a raggiungere una quota di mercato dell’8% in Europa, concentrandosi su una crescita profittevole. Per il margine di profitto (utili al lordo di interessi e imposte) è stato definito un obiettivo del 5%. Al contempo, il Gruppo intende migliorare ulteriormente il livello qualitativo delle proprie vetture, così come la soddisfazione di clienti e dipendenti.

“Nei mesi scorsi – ha detto Karl-Thomas Neumann, CEO di Opel – il nostro mangement si è impegnato al massimo per promuovere l’iniziativa DRIVE!2022 e gli obiettivi strategici illustrati  rappresentano il risultato concreto dei nostri sforzi. Abbiamo già fatto i preparativi per attuare il piano in modo graduale e godiamo del pieno appoggio della nostra casa madre General Motors.” Opel si sta focalizzando su tre priorità di carattere strategico: i modelli, i marchi e una migliore penetrazione del mercato.

L’offensiva sul versante di modelli e motori continua a ritmo serrato. La nuova Opel Insignia ne è un esempio. Nel periodo dal 2014 al 2018 è prevista in generale l’introduzione di 27 nuovi modelli di vetture e 17 nuovi propulsori. La seconda priorità strategica è rappresentata dal rafforzamento dell’immagine di Opel come brand emozionale, accessibile e tedesco. Questi valori vengono trasmessi attraverso aspetti di fondamentale importanza quali l’innovazione tecnologica, l’abilità ingegneristica tedesca e un ottimo rapporto qualità/prezzo. L’innovazione tecnologica, ad esempio, trova la sua esemplificazione nell’offerta OnStar, la prossima tappa nell’ambito dei servizi di connettività a bordo dei veicoli che a partire dal 2015 trasformerà l’auto in un hotspot WiFi. Gli obiettivi relativi alla crescita e alla quota di mercato costituiscono la terza priorità. Entro il 2022, Opel prevede di incrementare la propria quota del mercato tedesco dal 7,2 al 10%. In Europa (incluse Russia e Turchia), l’azienda punta ad ampliare la quota di mercato dall’attuale 5,8% all’8%.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia