11 Giugno 2013

Citroën, in arrivo la C4 Picasso

Ha debuttato ieri in Francia la campagna pubblicitaria di Nuova Citroën C4 Picasso, che annuncia di fatto gli “open day dedicati” a questo modello, che si terranno nei punti vendita dal 14 al 17 giugno.  Disponibile dall’autunno, l’auto sarà disponibile in anteprima presso i concessionari a partire già da questo mese. Un’altra novità importante, dunque, per la Casa francese, che proprio in questi giorni ha celebrato anche il successo della linea DS.

PIU’ DINAMICA – Il design della C4 Picasso sorprende al primo sguardo: rispetto al passato, gli sbalzi ridotti (-70 mm nella parte anteriore), il blocco motore e il pianale ribassato (tra – 40 mm e -50 mm per il motore, – 20 mm per il pianale) e le carreggiate allargate (+82 mm nella parte anteriore, +31mm nella parte posteriore) sottolineano una linea energica, decisa e dinamica.

INTERNI DA LOFT – Per chi vive l’auto come una compagna di lavoro, gli interni giocano un ruolo fondamentale. In tal senso, la Nuova Citroën C4 Picasso si presenta come un vero e proprio loft su 4 ruote: essenziale, moderna, elegante e funzionale. A partire dal parabrezza panoramico di serie e dall’ampio tetto vetrato, che inondano l’abitacolo di luce naturale. I sedili anteriori con funzione “massaggio” e, in particolare, quello “Relax” del passeggero  – che permette di allungare le gambe – esaltano il piacere del viaggio. Un piacere che si ritrova poi nell’interfaccia di guida al 100% digitale, intuitiva e facile da utilizzare. La plancia essenziale si articola intorno a due display, situati nella parte centrale: un Touch Pad da 7 pollici e un display panoramico da 12 pollici HD.

PARCA DEI CONSUMI – Nuova Citroën C4 Picasso è stata alleggerita di 140 kg rispetto al passato e ciò significa meno emissioni e meno consumo di carburante. L’offerta delle motorizzazioni diesel si rivela poi particolarmente interessante e vincente: infatti, oltre allo Stop&Start di serie (unica eccezione: il 1.6 HDi 90FAP) , il modello sarà il primo del marchio con motorizzazione BlueHDi, che soddisfa le norme Euro 6. Quest’ultima, con 110g/km di CO2, integra un modulo SCR (Selective Catalytic Reduction), la tecnologia più efficace per contenere le emissioni in qualunque situazione.

(Il servizio completo sarà disponibile sul numero di giugno di Fleet Magazine)

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia