Citroën al Salone di Francoforte 2017: emozione Aircross

Citroën conferma la sua “anima unconventional” al Salone di Francoforte 2017, entrando in un segmento mai coperto in precedenza: quello dei Compact Suv. Ecco dunque la nuova Citroën C3 Aircross, una delle new entry più attese della rassegna tedesca attualmente in corso.

Citroen Salone Francoforte 2017 C3 Aircross

Una vettura che, nel design, evoca forza, freschezza e originalità. I progettisti del Double Chevron hanno puntato su linee vivaci e allegre, ma al tempo stesso in grado di integrare concetti di robustezza, sicurezza, protezione. Questi ultimi sempre più al centro dell’attenzione dei vertici del Gruppo PSA.

Approfondisci: le strategie del Gruppo PSA nelle flotte aziendali

CITROEN C3 AIRCROSS: LOOK ESTERNO E INTERNO

La nuova C3 Aircross, che vi abbiamo mostrato nei giorni scorsi “live” dal Salone tedesco, ha dimensioni compatte: solo 4,15 metri di lunghezza, che la rendono ideale per la guida in città. Il punto di forza è la personalizzazione: la vettura è infatti disponibile in ben 85 combinazioni, tra colori di carrozzeria, tinte per il tetto e “Pack Color” (ovvero abbinamenti speciali di colore per dettagli esterni), a cui si aggiungono diverse armonie cromatiche dell’abitacolo. Come dire, a ognuno la scelta del suo stile.

Come sottolineato da Carlo Leoni, responsabile delle relazioni esterne del Gruppo PSA – che abbiamo intervistato a Francoforte -, un altro elemento distintivo è l’abitabilità degli interni. Spiccano, in particolare, il sedile posteriore scorrevole e frazionabile in due parti indipendenti, il sedile del passeggero anteriore ripiegabile “a tavolino” e il bagagliaio da 410 litri, in grado di diventare 520 litri avanzando il divano posteriore.

VIDEO: CITROEN AL SALONE DI FRANCOFORTE 2017

FOCUS SULLA SICUREZZA

Il Gruppo PSA, sui suoi modelli, punta molto sugli Adas. La Citroën C3 Aircross non fa eccezione: si va dal Grip Control con Hill Assist Descent (sistema che mantiene la bassa velocità in discesa senza richiedere interventi del guidatore, tipico dei fuoristrada veri) all’Head-up Display. Ma ci sono anche l’Active Safety Brake, il Park Assist, la commutazione automatica dei fari, il riconoscimento dei limiti di velocità, il sistema di sorveglianza dell’angolo morto e l’avviso di superamento involontario della linea di carreggiata.

Nessuno “sconto” anche in termini di comfort, altro aspetto distintivo del Double Chevron: c’è la ricarica wireless per lo smartphone e ci sono tecnologie di connettività come la funzione Mirror Screen (su schermo centrale capacitivo da 7 pollici), il Citroën Connect Box (assistenza specializzata in caso di guasto o incidente) o il Citroën Connect Nav.

plancia Citroen C3 Aircross

MOTORI

Per quanto riguarda i motori, il cuore dell’offerta della Casa per le flotte aziendali sarà il BlueHDi, declinato nelle potenze da 100 Cv e 120 Cv con Start&Stop. Al fianco di questi due propulsori, ci sono però anche PureTech a benzina, molto attenti ai consumi e alle emissioni.

Anche questi ultimi, dunque, possono rappresentare una buona alternativa per le car policy. E’ prevedibile, in definitiva, un mix interessante tra benzina e diesel, al confine tra l’utilizzo privato e quello Business.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia