I 5 step per costruire la car policy aziendale (2)

Per costruire la car policy aziendale non esiste una vera e propria ricetta. Esistono però dei passaggi che sono comuni in tutte le aziende. Vediamo quali sono e in cosa consistono.

2) DEFINIRE UNA STRUTTURA 

La struttura della car policy aziendale può essere più o meno articolata a seconda della complessità dell’organigramma. Un’impresa con tanti dipendenti che occupano diversi ruoli non può non avere un documento diviso in fasce di assegnazione (amministratori, dirigenti, forza vendita). Ogni fascia avrà i suoi veicoli o, quanto meno, le sue categorie di auto. 

noleggio auto ai privati

La car policy aziendale, in secondo luogo, può essere chiusa, ovvero caratterizzata da un numero limitato di modelli scelti dagli stessi Fleet Manager, oppure aperta, o user chooser, ovvero che concede al driver possibilità di scelta tra vari veicoli. Ci possono essere poi, a seconda delle esigenze, le auto in pool, ovvero quelle che possono essere utilizzate da tutti i dipendenti per le loro necessità di spostamento lavorativo. 

Leggi anche: cos’è e come funziona il corporate car sharing

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia