Come guidare l’ibrido Ford con la massima efficienza

L’ibrido dà il massimo tanto più si riesce a sfruttare il motore elettrico. Per farlo non è necessario andare piano, ma evitare brusche accelerazioni e decelerazioni.

Come possiamo trarre il massimo dei vantaggi dalla nostra Kuga ibrida? Il trucco è sfruttare al massimo l’azione combinata del propulsore elettrico con quello termico. Per riuscirci serve un po’ di pratica.

COME GUIDARE L’IBRIDO FORD

Si può monitorare la qualità della propria guida con la App FordPass, che tiene sotto controllo il consumo di carburante e di batteria.

La partenza

No alle partenze brusche: per evitare di far accendere il motore termico, è necessario accelerare lentamente fino a 20/30 km/h. Così facendo si partirà utilizzando solo il motore elettrico, più efficiente alle basse velocità. Il piede sull’acceleratore deve sempre essere “dolce” e puntare alla gradualità. Una volta partiti si può accelerare in modo più deciso, stando attenti però a rimanere in zona Eco.

Obiettivo veleggiamento

Una volta raggiunta la velocità desiderata, che siano i 50 Km in città o velocità più sostenute in strade a percorrenza più rapida, il nostro obiettivo deve essere veleggiare. Significa utilizzare l’acceleratore sempre in modo delicato, per mantenere la velocità costante. In questo modo la Kuga viaggerà in puro elettrico, anche a velocità di crociera superiore ai 60Km/h.

Questo ci consente di viaggiare per oltre la metà del tempo in elettrica, quindi senza emissioni e riducendo notevolmente i consumi. Veleggiare non significa andare per forza piano, ma solo tenere il più possibile la velocità senza brusche accelerazioni né brusche frenate. Un’abitudine che rende la guida a bordo di Kuga particolarmente confortevole, grazie alla silenziosità di marcia e al funzionamento stesso del sistema ibrido.

Il controllo adattivo di velocità

Su Ford Kuga il controllo adattivo della velocità di crociera intelligente permette di impostare la velocità a cui viaggiare. Se il sensore radar integrato rileva un veicolo davanti, Kuga rallenta per mantenere la distanza di sicurezza. Quando la strada torna a essere libera, il sistema accelera automaticamente e riporta la velocità a quella prescelta.

La frenata

La frenata serve al sistema ibrido per recuperare energia, quindi è bene iniziare a frenare per tempo. Basta sollevare il piede dall’acceleratore per iniziare a rallentare accumulando energia cinetica. Le frenate devono essere il più possibile “dolci” e con una lunga permanenza del piede sul pedale del freno.

Selezionare la giusta modalità di guida

In base al tipo di percorso, alle condizioni del traffico e allo stato della batteria, è importante impostare la giusta modalità di marcia grazie alla quale si potranno ridurre consumi ed emissioni inquinanti. Le 5 modalità di guida selezionabili della nuova Ford Kuga consentono di adattare l’esperienza di guida a qualsiasi condizione stradale: Normal, Sport, Active (per superfici a bassa aderenza), Trail (Sterrato) oppure Eco.

Da una modalità all’altra cambiano la risposta dell’acceleratore, lo sterzo e il comportamento del cambio. Anche le informazioni visualizzate sul quadro strumenti digitale da 12,3″ cambiano in base alla modalità di guida selezionata, modificando i colori del quadro strumenti.

Monitorare le proprie performance

Come avere la certezza di stare traendo il massimo dei vantaggi dell’ibrido? Con Kuga Plug-In Hybrid è possibile utilizzare l’app FordPass, che offre funzionalità specifiche per i veicoli Phev.

Tramite l’applicazione il driver può visualizzare il livello di carica attuale della batteria e l’autonomia di guida, monitorare le sue modalità di guida e i livelli di consumo energetico, oltre a individuare le stazioni di ricarica pubbliche e impostare gli orari di ricarica preferiti per la ricarica domestica.

 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia