22 Marzo 2019

Come e quando si paga l’ecotassa

Il 1° marzo è entrata in vigore l’ecotassa. A partire da questa data (e fino al 31 dicembre 2021), chi compra un’auto nuova deve misurarsi con le emissioni di anidride carbonica. L’imposta riguarda le vetture con emissioni di CO2 superiori a 160 g/km. Ecco come si paga.

Dal 1° marzo 2019 (fino al 31 dicembre 2021), chi compra un’auto nuova deve fare i conti con l’ecotassa. L’imposta colpisce le vetture con emissioni di CO2 superiori a 160 g/km. Gli importi vanno da 1.100 euro a 2.500 euro.

Fino al 31 dicembre 2020, la norma fa riferimento alle emissioni del ciclo NEDC, misurate oppure correlate nel caso in cui l’auto sia omologata in base al nuovo standard WLTP

In merito alle modalità di versamento, l’ecotassa va pagata dall’acquirente o da chi richiede l’immatricolazione in nome e per conto dell’acquirente, entro il giorno di immatricolazione del veicolo stesso. In caso contrario, scattano le sanzioni.

Approfondisci: tutti i modelli colpiti dall’ecotassa

COME SI PAGA L’ECOTASSA

L’Agenzia delle entrate ha specificato le modalità di pagamento della nuova imposta da parte delle persone, fisiche o giuridiche che acquistano un’auto con emissioni di CO2 superiori a 160 g/km.

fiscalita-auto-aziendali-2019-ecotassa

L’ecotassa deve essere pagata con modello F24 Elementi identificativi, il cosiddetto F24 Elide, utilizzando il codice tributo 3500 (quello che l’Agenzia delle Entrate definisce come “Ecotassa – Imposta per l’acquisto e l’immatricolazione in Italia di veicoli di categoria M1 con emissioni eccedenti la soglia di 160 g/km – Articolo 1, comma 1042, della Legge N. 145 del 2018”).

L’ecotassa si può pagare presso gli sportelli bancari, postali o dell’Agenzia delle entrate.

Leggi anche: le 10 cose da sapere sull’ecotassa

ISTRUZIONI PER IL PAGAMENTO DELL’ECOTASSA

Ecco, nel dettaglio, le istruzioni dell’Agenzia delle entrate per il pagamento dell’ecotassa, attraverso il modulo F24 Elide.

  • Sezione contribuente: nei campi “codice fiscale” e “dati anagrafici” vanno inseriti quelli della persona che effettua il versamento.
  • Sezione erario e altro: nel campo “tipo” va riportata la lettera “A”; nel campo “codice”, il codice tributo “3500”; nel campo “elementi identificativi”, il numero di telaio del veicolo per il quale si paga l’ecotassa (non il numero di targa); nel campo “anno di riferimento”, l’anno di immatricolazione del veicolo in Italia.
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia