Compie 30 anni il catalizzatore di serie

Il catalizzatore auto di serie compie 30 anni. Questo strumento permise a Opel di ridurre 90% delle emissioni, rispetto al 50% del tradizionale catalizzatore a due vie.

Il catalizzatore auto di serie compie 30 anni. Era l’aprile del 1989 quando Opel scelse di introdurre di serie il catalizzatore a tre vie sulle sue auto, dalla Vectra alla Corsa.

Le opel dotate do catalizzatore di serie

Nel 1985 la nuova Ascona 1.8i fu il primo modello a portare sul mercato un convertitore catalitico fabbricato in Europa. Nel 1986 Opel arrivò la Corsa 1.3i dotata di catalizzatore a tre vie, seguita dalla Omega, nel 1987 dalla Senator e nel 1988 dalla Vectra. Il catalizzatore a tre vie eliminava circa il 90% delle emissioni, rispetto al 50% del tradizionale catalizzatore a due vie.

L’OFFENSIVA ECOLOGICA DI OPEL

 “Opel è il primo costruttore a offrire la migliore tecnologia ambientale di serie su tutti i propri modelli, dalle compatte alle grandi berline”
Louis R. Hughes, allora Amministratore Delegato di Opel

Alla fine degli anni ‘80 il catalizzatore di serie su tutta la gamma rappresentò culmine della politica ambientale adottata da Opel. L’opinione pubblica in Germania era molto toccata dai temi ecologici, a causa delle piogge acide e delle elevate emissioni di ossidi di azoto prodotte dall’industria e dal traffico.

Per questo Opel investì oltre un miliardo di marchi tedeschi nella ricerca e nello sviluppo dei convertitori catalitici, che all’epoca erano prodotti solo in Usa. La strategia fu da subito quella di dotare tutte le Opel di catalizzatore, senza sovrapprezzo.

Leggi anche: Normativa Euro 6: cosa è cambiato a due anni dall’entrata in vigore

Anche oggi Opel prende sul serio la propria responsabilità nei confronti dell’ambiente. Tutte le automobili rispettano infatti le  norme sulle emissioni Euro 6d-TEMP e a breve arriveranno la versione ibrida plug-in di Grandland X e la versione elettrica della Corsa (qui tutte le novità della gamma Opel per il 2019).

COME FUNZIONA

Il catalizzatore è uno strumento che ha la funzione di convertire le emissioni nocive derivanti dal motore a combustione in sostanze di minore impatto ambientale. Ad  esempio gli ossidi di azoto e il monossido di carbonio, venendo a contatto con l’impianto, sono trasformati in biossido di carbonio e nei gas ossigeno e azoto. Successivamente i gas vengono liberati all’esterno  attraverso la marmitta.

I catalizzatori a tre vie si utilizzano per i motori a benzina. Sono chiamati così in quanto svolgono simultaneamente tre funzioni:

  1. La riduzione degli ossidi di azoto (NOx) ad azoto (N2)
  2. L’ossidazione del monossido di carbonio (CO) a biossido di carbonio (CO2)
  3. L’ossidazione degli idrocarburi incombusti (HC) e dei loro prodotti di combustione parziale (quali le aldeidi, HCO) a biossido di carbonio e acqua.

In condizioni ottimali, la conversione di monossido di carbonio, ossidi di azoto idrocarburi incombusti è superiore al 98%, anche per tempi di vita lunghi del catalizzatore.  

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia