Debutta il primo concept 100% elettrico di Škoda: Vision E

Nasce il primo concept elettrico Škoda: Vision E debutterà al Salone di Shangai (19-28 Aprile 2017).

La mobilità elettrica è un fattore chiave su cui punta la Casa boema: la Škoda Superb plug-in hybrid arriverà sul mercato nel 2019, nel 2020 ci sarà il primo modello Škoda a propulsione completamente elettrica ed entro il 2025 sono attesi cinque modelli elettrici nei vari segmenti.

Il concept Skoda Vision E

VISION E, IL CONCEPT ELETTRICO ŠKODA

Vision E è un Suv coupé a 5 porte con un’autonomia fino a 500 km con propulsione esclusivamente elettrica.

Lungo 4.645 mm, largo 1.917 mm e alto 1.550 mm, Škoda Vision E ha un’immagine forte e dinamica su strada. Grazie al passo lungo (2.850 mm) e agli sbalzi ridotti, i designer sono riusciti a definire un abitacolo spazioso, nel tipico stile del Brand. In questo studio, la posizione di guida rialzata e l’abitabilità generosa dei Suv si combinano con la linea dinamica e affusolata tipica di una coupé.

Con una potenza complessiva di 225 kW, Vision E accelera in modo vigoroso e raggiunge la velocità massima di 180 km/h. Le batterie agli ioni di litio e il sistema di gestione dell’energia permettono un’autonomia fino a 500 km. I due motori elettrici, gestiti in modo da garantire la migliore efficienza, portano il moto a entrambi gli assi. La trazione integrale è quindi in grado di assicurare il bilanciamento perfetto tra stabilità, dinamicità e sicurezza in ogni condizione.

Intorno all’elettrico, comunque, continuano a ruotare dubbi e incertezze. Per sciogliere qualche matassa, abbiamo risposto alle 5 domande più diffuse.

ANTICIPA LA GUIDA AUTONOMA

Vision E è anche la vetrina della tecnologia di guida autonoma che presto sarà disponibile sui modelli di serie. Secondo studi recenti, entro il 2030 circa il 15% delle nuove automobili sarà dotato di sistemi completi di guida autonoma. Il nuovo concept Škoda raggiunge i prerequisiti per la guida autonoma di Livello 3.

Approfondisci: cosa si aspettano i driver europei dalla Guida Autonoma

Questo significa che, grazie a diversi sensori e telecamere che monitorano la situazione del traffico e gli ostacoli intorno all’automobile, è in grado di:

  • muoversi autonomamente in caso di colonna
  • percorrere le autostrade mantenendo la carreggiata e operando manovre di evitamento e sorpasso
  • cercare autonomamente spazi liberi per il parcheggio
  • parcheggiarsi e uscire dal parcheggio in modo autonomo
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia