Connected Mobility Summit 2019: come sarà l’auto del futuro?

L’auto del futuro sarà sempre meno di proprietà, ma soprattutto sarà intelligente, connessa e autonoma. Questi i principali temi di Connected Mobility Summit 2019, evento in programma giovedì 13 giugno a Milano.

La disruption che caratterizzerà l’auto del futuro sarà al centro del Connected Mobility Summit 2019, seconda edizione dell’evento organizzato da The Innovation Group e in programma giovedì 13 giugno presso Area Pergolesi a Milano (via Pergolesi, 8).

Connected Mobility Summit 2019 auto connessa

La rivoluzione guidata dal digitale creerà nuove opportunità per tutti gli attori, e si diffonderà sempre più il concetto di Mobility as a Service (scopri qui cosa pensano i noleggiatori). Questi due concetti verranno ampiamente affrontati nel corso dell’evento, che proverà a rispondere ad alcune domande. Come sarà l’auto del futuro? Quali sono le priorità in tema di mobilità per una grande città’ Con quale velocità si sta diffondendo l’auto connessa?

Approfondisci: scopri l’agenda dell’evento

CONNECTED MOBILITY SUMMIT 2019: FOCUS SULL’AUTO DEL FUTURO 

L’auto del futuro sarà intelligente, connessa e autonoma. Ma soprattutto sempre meno di proprietà. Nei prossimi anni, assisteremo a un riposizionamento di mercato per tutti gli stakeholders, da quelli tradizionali dell’industria automobilistica alle assicurazioni, fino ai service provider della telematica e agli enti pubblici.

Il mercato dell’auto connessa è stimato in crescita a un tasso del +200% da oggi al 2025, quando varrà 275 miliardi di euro: avremo, in altre parole, veicoli dotati di telecamere, sensori, strumenti per la diagnostica avanzata delle parti interne, sistemi di tracciamento, collegamenti wireless Wi-Fi e 5G.

I vantaggi? Una maggiore sicurezza sulle strade, un minor numero di incidenti, oltre alla possibilità per i viaggiatori di prenotare parcheggi, effettuare pagamenti, scegliere nuove forme di car sharing e mobilità sostenibile.

Leggi anche: sfatiamo i falsi miti sull’auto connessa

L’AUTO DEL FUTURO NELLE METROPOLI

Le grandi città come Milano sono destinate a cambiare molto “La scelta condivisa e diffusa è oggi quella di integrare i diversi modi della mobilità” afferma Marco Granelli, assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Milano, che parteciperà a una tavola rotonda del Summit.

“Siamo al centro di un’area metropolitana che conta oltre 4 milioni di abitanti: il tema è da un lato abilitare più modalità di movimento, dall’altro mettere a disposizione un forte trasporto di massa, basato su metro, tram e ferrovia, connesse con shared mobility e collegamenti per l’ultimo miglio” continua l’assessore.

L'auto connessa nel 2020

GUIDA AUTONOMA E CYBERSECURITY

Un’altra frontiera trattata al Connected Mobility Summit 2019 sarà quella dell’auto del futuro a guida autonoma (scopri qui cosa indicano i diversi livelli dell’autonomous driving). Già quest’anno, il mercato delle auto autonome a livello 3 è previsto toccare i 54 miliardi di dollari nel mondo.

In questo contesto, la cybersecurity applicata alle auto diventerà un settore sempre più in crescita: già oggi ci sono stati casi di “hackeraggio” dei veicoli e il tema è al centro delle strategie delle Case automobilistiche.

Leggi anche: scopri come era andata l’edizione dello scorso anno

I TEMI DELL’EVENTO IN PILLOLE

Questi, in sintesi, saranno i temi di Connected Mobility Summit 2019:

  • Gli impatti del 5G sul settore trasporti e l’industria automotive.
  • Come si sta realizzando nel mondo il sogno hi-tech dell’auto senza pilota.
  • Quale Cloud per la mobilità, quali nuove piattaforme collaborative?
  • I diversi modelli di servizio per le auto connesse.
  • Le infrastrutture abilitanti l’auto autonoma: Smart Road, 5G, IoT.
  • Customer Big Data, Intelligenza Artificiale (AI) e i nuovi business model della Shared Mobility.
  • Insurance Telematics: i kpi e l’infrastruttura per l’evoluzione verso i nuovi modelli assicurativi on demand.
  • La cybersecurity per le auto connesse del futuro.
  • Innovazione e nuovi servizi “data-driven” per i trasporti.
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia