17 Marzo 2020

Coronavirus: Area C e Area B sospese a Milano, esenzioni per le ZTL. L’ordinanza del sindaco Sala

L'ordinanza del Sindaco Sala pubblicata il 16 marzo sospende le ZTL di Milano, garantisce per tutti parcheggi liberi su strisce gialle e blu e proroga i pass in scadenza entro il 30 aprile. Ecco tutto ciò che c'è sa sapere sulle misure per la mobilità previste dal provvedimento di contrasto al Coronavirus del comune di Milano

Aggiornato al 17/3/2020 – ore 12:30

Covid-19: Area C e Area B sospese a Milano fino al termine della quarantena imposta dal decreto ministeriale emanato all’inizio di questa settimana dal Governo, per fronteggiare il dilagare del Coronavirus tra la popolazione.

Area C e Area B sospese a Milano per il Coronavirus

L’ordinanza del sindaco Sala, il cui ultimo aggiornamento risale al 16 marzo, è volta ad adottare misure eccezionali per contrastare i contagi e mantenere i servizi essenziali per la cittadinanza, agevolando le attività commerciali che ancora possono e devono svolgere il proprio lavoro (come i supermercati).

Alcuni punti dell’ordinanza (che si può leggere qui nella sua interezza) riguardano specificatamente la mobilità nel comune di Milano, provvedimenti che coinvolgono le zone a traffico limitato e i parcheggi a pagamento.

Leggi Anche: l’impatto del Virus sul mondo dell’auto e sulla mobilità

Scopriamole nel dettaglio.

CORONAVIRUS E MOBILITÀ : I PROVVEDIMENTI DEL COMUNE DI MILANO

AREA C E AREA B SOSPESE

Il comune, fin dall’entrata in vigore del DPCM dell’8 marzo, aveva decretato la sospensione completa della disciplina di Area B e Area C nel caso in cui il Governo o la regione avessero deciso di adottare misure ulteriormente stringenti sulle attività commerciali.

Beppe Sala, sindaco di Milano

Cosa in effetti avvenuta, con la comunicazione diramata nella serata di mercoledì scorso da parte del Premier Giuseppe Conte della chiusura dei Negozi e tutte le altre attività ritenute non di primaria necessità, allo scopo di scoraggiare i cittadini dall’uscire di casa per motivi futili o differibili.

La circolazione nelle ZTL di Milano è libera per ogni categoria di veicoli, naturalmente sempre se lo spostamento è legittimo e inserito nella lista delle valide motivazioni stilata dal Governo.

Sono inserite nell’ordinanza comunale anche le corsie e strade riservate al trasporto pubblico.

Leggi Anche: tutte le limitazioni alla circolazione in Italia per il Coronavirus

SOSPENSIONE DELLE AREE PEDONALI

Dall’entrata in vigore del provvedimento, e fino al termine dell’emergenza sanitaria che ha colpito città e regione, vengono derogati il divieto di accesso e circolazione nelle aree pedonali istituite all’interno della città di Milano a tutti i veicoli impegnati nel fronteggiare la situazione emergenziale:

  • Figure sanitarie iscritte all’Ordine dei Medici, degli infermieri e dei farmacisti
  • Operatori Sanitari
  • Operatori che agiscono nel settore dell’assistenza socio-sanitaria, riconosciuti dal comune o dalle altre istituzioni preposte
  • Soggetti impegnati in attività connesse all’emergenza
  • Veicoli utilizzati per il trasporto e la consegna di cose

Per questi ultimi è necessario esibire adeguata documentazione che comprovi la necessità e inderogabilità dello spostamento.

SPENTI I VARCHI ZTL

Di conseguenza, in tutte le ZTL (Area B e Area C), nelle Aree Pedonali e nelle corsie riservate sono state sospese tutte le modalità di controllo degli accessi.

Vengono anche posizionati in modalità di accesso libero tutti gli eventuali dissuasori mobili presenti.

Leggi Anche: quali ZTL sono state disattivate a Roma

PARCHEGGI A PAGAMENTO

Il Comune garantisce anche la sosta libera e gratuita negli spazi riservati ai residenti e a pagamento su tutto il territorio cittadino.

Multe strisce blu parcheggi

In sostanza, è possibile parcheggiare sulle strisce gialle e blu per tutta la durata dell’emergenza.

Questa apertura arriva dopo le polemiche divampate sui Social Network da parte di cittadini milanesi che si sono visti rifilare multe per divieto di sosta, a causa dell’impossibilità di uscire di casa per spostare l’automobile a causa del decreto ministeriale.

Proroga dei permessi

Non solo,  vengono prorogati da parte degli uffici comunali tutti i permessi per il parcheggio e la circolazione all’interno di corsie preferenziali, ZTL e Aree pedonali in scadenza dalla data di emissione dell’ordinanza (11 marzo) e fino al 30 aprile 2020, per un periodo di quattro mesi decorrenti dalla scadenza di ciascun titolo.

Approfondisci: cosa dice il Codice della Strada sul parcheggio a pagamento

Sono compresi ovviamente i pass per i disabili.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia