18 Maggio 2020

Coronavirus e Fase 2, cosa si può fare dal 18 maggio (3)

Con il nuovo Dpcm, il Governo allenta le regole della Fase 2. Dal 18 maggio ci si muoverà senza l'obbligo di autocertificazione. Al via l'apertura di ristoranti, negozi e parrucchieri e, dal 15 giugno, anche quella di cinema e teatri.

BAR E RISTORANTI

Da oggi, è permessa la riapertura di bar, ristoranti, pub, pasticcerie e gelaterie, a condizione che sia assicurato il mantenimento del distanziamento sociale di almeno un metro negli spazi comuni e il rispetto di linee guida e protocolli adottati dalle regioni, idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio tenuto contro delle diverse tipologie di strutture ricettive. La Campania invita all’utilizzo di barriere in plexiglass, la Lombardia impone il controllo della temperatura all’ingresso.

fase-2-ristorante

In tutta Italia, non vi è alcun limite riguardo il numero di amici e parenti con i quali è permesso condividere il tavolo, a patto che la distanza minima tra commensali sia di un metro. In caso si vada al ristorante tra conviventi, invece, mantenere la distanza di sicurezza non ha senso e il cliente può richiedere un tavolo più piccolo. Cenando al tavolo, naturalmente, il cliente non indosserà la mascherina, che è obbligatoria invece per muoversi all’interno del locale, ad esemprio quando si va al bagno o alla cassa. Vietati, sempre e comunque, i buffet e i piatti condivisi.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia