7 Febbraio 2020

Qual è l’impatto del Coronavirus sul settore automotive in Europa?

Il cornavirus impatta anche sull'economia europea. FCA rischia di dover bloccare una fabbrica per il mancato rifornimento di componenti provenienti dalla cina. Tra le conseguenze del coronavirus sull'economia cinese, riscontriamo il calo dei prezzi di benzina e diesel.

Alcune note Case automobilistiche sono già state costrette a bloccare la produzione a causa del Coronavirus, ma ad oggi il problema rischia di estendersi all’Europa.

FCA rischia di dover bloccare la produzione di una fabbrica europea a causa del Coronavirus

L’emergenza sanitaria infatti, non permette di garantire alle industrie automobilistiche la fornitura di componenti provenienti dalla Cina.

FCA RISCHIA DI DOVER BLOCCARE UNA FABBRICA IN EUROPA

A lanciare l’allarme è Mike Manley, Amministratore Delegato di FCA. Nelle prossime settimane la produzione di una delle fabbriche europee del marchio rischia di essere bloccata per il mancato rifornimento dei pezzi necessari.

Il CEO di FCA ha dichiarato al Financial Times che un team si sta già occupando di monitorare ogni possibile impatto sulla produzione.

Mike Manley: FCA rischia di dover chiudere una fabbrica a causa del coronavirus

Richard Palmer, Direttore Finanziario di FCA, aggiunge che al momento le conseguenze di questa situazione non sono prevedibili, quindi occorre ancora tenere monitorato l’evolversi degli eventi.

QUALE SARÀ L’IMPATTO DEL CORONAVIRUS SULL’ECONOMIA?

Nel corso della presentazione dell’andamento del gruppo nel 2019, Palmer ha sottolineato che la diffusione del Coronavirus e i costi delle materie prime saranno monitorati da FCA in qualità di potenziali fattori negativi per l’evoluzione del 2020.

Approfondisci: Le condizioni e gli obiettivi della fusione tra PSA-FCA

Ma quali saranno gli effetti del Coronavirus sulla nostra economia?

Per quanto riguarda il settore automotive, si prevedono dei cali sui costi di benzina e diesel. Effettivamente il prezzo del greggio si sta abbassando a causa dell’impatto del Coronavirus sull’economia della Cina, uno tra i maggiori importatori di petrolio a livello mondiale.

Il coronavirus ha causato un calo dei costi di diesel e benzina

Confcommercio prevede ulteriori ribassi, compresi tra 0,5 e 0,7 centesimi al litro, per l’inizio della prossima settimana. Il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina scenderebbe a 1,580 euro al litro, mentre il diesel arriverebbe a 1,472.

Leggi anche: Per il 2021 si prevede l’aumento dei prezzi di diesel e benzina

La situazione allarmante ha portato l’Opec+, ossia l’organizzazione dei paesi esportatori di petrolio più alcuni altri produttori, a valutare la possibilità di anticipare alla prossima settimana il vertice previsto per il 5 e 6 marzo.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia