Il corporate car sharing si presenta ai Fleet Manager

Corporate car sharing e flotte aziendali: un binomio ormai affermato. L’ennesima dimostrazione di questo dato di fatto è andata in scena lunedì, all’Hotel dei Congressi di Roma, nel corso del workshop “Pronti per la (car) sharing economy“, organizzato da Fleet Magazine con il patrocinio di Aniasa e dell’Osservatorio Top Thousand. L’evento, infatti, ha visto l’incontro e il confronto tra i Fleet Manager di alcune delle principali imprese italiane e quattro aziende fornitrici di car sharing aziendale: CCS, LoJack, Targa Telematics e Ubeeqo.

IL TEMA DEL MOMENTO

Il corporate car sharing è un tema “molto caldo” per le aziende. Lo abbiamo potuto appurare, in particolare, attraverso la survey promossa qualche mese fa dall’Osservatorio Top Thousand e presentata all’autodromo di Vallelunga nel corso del Fleet Motor Day 2016.  Dallo studio, infatti, emerge che il 20% delle aziende intervistate mette già a disposizione del proprio personale i servizi di sharing pubblico e che quasi il 50% delle imprese fa ricorso al car sharing aziendale o al corporate car sharing.

SERVICE PROVIDER

I quattro fornitori dei servizi di corporate car sharing, intervenendo uno dopo l’altro, hanno spiegato ai Fleet Manager le caratteristiche della loro offerta. Se Massimo Braga (LoJack) si è soffermato sulla recente acquisizione di LoJack da parte di CalAmp, che consentirà di mettere a disposizione dei noleggiatori – e, quindi, delle aziende il know-how telematico di quest’ultima -, Fabrizio Ruggiero (Europcar) ha presentato Ubeeqo, un servizio di car sharing già attivo in Belgio, Francia, Germania e Regno Unito che arriverà in Italia in autunno, e consentirà ai dipendenti aziendali di optare per tre diverse formule di auto condivisa, autenticandosi rispettivamente come utenti Business, come persone fisiche, o come usufruitori di benefit. Massimiliano Balbo (Targa Telematics) ha spiegato il sistema di corporate car sharing della sua società, attivo da due anni, e incentrato su una black-box e una piattaforma che consente di gestire tutto il processo, mentre Marco Spazzacampagna ha illustrato le due tipologie di software di corporate car sharing offerti da CCS : integrati con distributori collettivi di chiavi (key distributor), oppure direttamente collegati alle scatole nere dei veicoli. A conclusione dell’incontro è andato in scena un dibattito tra le parti, che ha evidenziato i vantaggi del car sharing aziendale (risparmio e ottimizzazione della flotta) e le criticità ancora esistenti (in primis, la necessità di una tecnologia standard, valida per tutti i veicoli, e la questione della privacy).

RISCONTRO POSITIVO

I Fleet Manager presenti hanno espresso soddisfazione per l’esito del workshop. “Top Thousand crede moltissimo nel confronto e i Fleet e Mobility Manager hanno tanta voglia di scoprire cosa offre il mercato – ha sottolineato Riccardo Vitelli, presidente di Top Thousand – Questo incontro rispecchia la filosofia dell’Agorà, che ci è molto cara”.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia