Pronto a “investire” su Milano il corporate carpooling BePooler

Un aumento di capitale, che la nota diffusa definisce “importante”. Il Corporate Carpooling BePooler, la società con sede legale a Ponte Tresa (Canton Ticino – Svizzera italiana)  torna a far parlare di sé.

La mascotte del servizio di corporate carpooling di BePooler

 

Questa volta però non è sola, perché al suo fianco, per sostenere il lancio di soluzioni di trasporto condiviso e sostenibile sulla piazza nevralgica di Milano, sono scesi in campo altri player di rilievo, da Viasat Group, al fondatore di SmeUp S.p.A., azienda che si occupa di sistemi gestionali per le Pmi. Con loro, anche alcuni manager legati al settore mobilità o ad altri trasversali.

Gli investitori saranno coadiuvati da Terra Nova Advisers, società italiana che realizza e gestisce “club deals” (ossia “gruppi di investimento” su una singola operazione) con specifico riguardo all’area operativa “automotive & mobility”.

Approfondisci:

MENO AUTO CIRCOLANTI CON IL CORPORATE CARPOOLING BEPOOLER

Per promuovere il proprio servizio nel capoluogo lombardo, Beepoler non farà “sconti” a nessuno, nemmeno a se stessa. Un milione di euro è infatti la cifra pronta sul “piatto”.

Un importo che sarà destinato principalmente al “lancio del trasporto condiviso per commuters (“pendolari”, NdR) e della intermodalità pubblico-privato nella città di Milano”, ha specificato Claudio Cattabriga, fondatore di Terra Nova Advisers.

Sempre lo stesso ha anticipato: “BePooler non trascurerà altre grandi città, principalmente europee, adottando preferibilmente modelli che selezionino e coinvolgano importanti partner locali“.

Per Cattabriga di Terra Nova Adviser “alto profilo” e “leadership tecnologica” sono gli aspetti da preservare, nonché i tratti che rendono la società ticinese “una delle già interessanti realtà del trasporto condiviso”.

Il carpooling come soluzione per il pendolarismo è una leva fenomenale per la riduzione del traffico motorizzatoSinora però non ha ancora sviluppato il suo potenziale, per la mancanza di servizi che lo rendano accattivante per i lavoratori“.

(Antonio Turroni, presidente e fondatore di BePooler)

UNA SOLUZIONE NON SOLO PER IL WELFARE AZIENDALE

Sviluppate a partire dal 2015, la piattaforma e l’omonima App collegate a BePooler possono offrire un doppio vantaggio: quello di risparmiare – e far risparmiare all’azienda – denaro, altrimenti destinato al rifornimento di carburante e agli interventi di manutenzione necessari in caso di utilizzo sostenuto di un veicolo, nonché la garanzia di godere di un posto auto riservato all’interno degli stalli riservati alla mobilità condivisa.

il render della gestione parcheggi per il carpooling gestito da BePooler

Un sistema, quello del “Park & Ride” (nella foto sovrastante, il render), valido anche per il settore istituzionale, tanto che la città di Lugano ha da poco firmato un accordo con la società per destinare una ventina di piazzole di sosta agli utenti del carpooling.

Dopo la fase test domestica in Svizzera, il Corporate Carpooling Bepooler si sente ora nelle condizioni di lanciare su Milano quella che Antonio Turroni, suo fondatore e attuale presidente, ha definito “la soluzione tecnologicamente più avanzata al mondo per la gestione del carpooling per commuters“.

Strumenti di welfare aziendale, per la gestione del traffico e dei parcheggi, che vengono ora messi a disposizione di imprese e Comuni, con l’obiettivo, ha concluso Turroni, di “incentivare questa best practise in coerenza con le loro politiche di sostenibilità”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia