Doctor Glass al FMD 2018: il “valore” di ricalibrare gli ADAS

Ormai presenza costante e gradita del nostro Fleet Motor Day, Doctor Glass ha utilizzato la vetrina di Vallelunga per parlare del tema della ricalibratura dei sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS). A richiederla sono sostanzialmente tre dispositivi: la frenata d’emergenza, il Lane Keeping Assist e l’Adaptive Cruise Control. (nella foto un momento dei test ADAS al FMD 2018 sullo stop in caso di ostacolo improvviso)

Adas Volvo XC40

La necessità dell’intervento, ha spiegato Marco Lovisetto (General Manager di Doctor Glass), nasce dal fatto che “le apparecchiature che governano questi sistemi sono ospitate all’interno del parabrezza. Quindi, nel momento in cui avviene una sostituzione, è necessario riportarle nel loro stato naturale”.

Leggi anche: Quali sono gli ADAS indispensabili per le auto aziendali

UN INTERVENTO CHE NON INCIDE SULLE TASCHE

Non si tratta affatto di un procedimento costoso. “Normalmente – ha ripreso Lovisetto – inseriamo il costo della ricalibratura all’interno di quello per la sostituzione dei cristalli che necessitano di questo tipo di servizio aggiuntivo. Siamo nell’ordine dei 100 euro“.

ricalibratura adas

Le tipologie di calibratura oggi applicate si dividono in due classi, a seconda delle direttive formulate dalle Case costruttrici automobilistiche. Una, di natura statica, avviene direttamente all’interno delle officine Doctor Glass soltanto attraverso l’utilizzo di apparecchiature meccaniche ed elettroniche.

Leggi anche: Ricalibratura degli ADAS, che cos’è e come si fa

L’altra, di natura dinamica, prevede invece anche una prova su strada, finalizzata ad accertare e verificare che il sistema operi correttamente.

L’IMPORTANZA DELLA FORMAZIONE CONTINUA

Quello degli ADAS è un segmento che, in linea con la direzione presa dall’industria automotive, sta acquisendo crescente rilevanza.

“Dal 2015, quando ricoprivano il 2% del circolante, sono arrivati nel 2017 a una penetrazione dell’8% – ha ricordato Lovisetto -. A seguito dell’introduzione obbligatoria del sistema di frenata d’emergenza, stimiamo che di anno in anno gli ADAS pesino circa il 10% sull’immatricolato e, di conseguenza, sul parco circolante% “.

Adas assistenza alla guida

Leggi anche: La posizione dell’Europa sull’obbligatorietà degli ADAS

Tale elemento incide nettamente sul business di Doctor Glass e che “fa sì che strumentazione e formazione siano due elementi  per noi fondamentali – ha sottolineato il General Manager dell’azienda del ramo assistenza e riparazioni -. Tutta la rete Doctor Glass è dotata di strumenti di calibratura per eseguire il lavoro – parte sia elettronica sia meccanica”.

Dal punto di vista formativo invece, ha ripreso Lovisetto, “la sfida è continua, perché i sistemi ADAS seguitano ad evolvere. Bisogna quindi seguire costantemente questo tipo di fenomeno. fondando l’esperienza al servizio degli automobilisti”.

STOP OPERATIVO LIMITATO NEL TEMPO

Un’altra questione a cui Doctor Glass guarda con estrema attenzione è quella relativa al time – e cost saving per le flotte aziendali. “Il punto focale – ha rilevato il General Manager dell’azienda – è quello di saper riconoscere preventivamente, rispetto all’autovettura sulla quale si è chiamati a intervenire, se è necessaria o meno la calibratura”.

Leggi anche: Quali sono gli ADAS più diffusi e a che cosa servono

Un compito reso possibile grazie ai database di Doctor Glass. “Nel momento in cui viene prenotato un intervento, siamo in grado di sapere se, oltre alla sostituzione, dovremo anche operare la ricalibratura, servizio che richiede una ventina di minuti. Se consideriamo che per la sostituzione del parabrezza sono necessarie due ore di tempo, l’aggravio è pari a un 10%“.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia