Metano e Gpl, il gas continua ad arrancare

La crescita dell’ibrido ha messo il turbo, conquistando sempre più clienti sul mercato. A farne le spese è il gas, che piace meno: nel 2016, -15,4% Gpl e -30,4% metano.

Fine di un grande amore? Presto per dirlo. Di sicuro i numeri parlano chiaro. E dicono che nell’anno in cui le immatricolazioni di auto nuove sono cresciute a ritmi sostenuti (+ 15,8% con 1.824.968 unità), quelle delle alimentazioni a Gpl e metano hanno registrato un tracollo, sentenziando la crisi delle auto a gas.

In particolare il metano, che ha visto quasi dimezzata la sua quota di mercato. Tra gennaio e dicembre 2016 sono state targate 43.878 macchine alimentate a gas naturale, rispetto alle 63.013 dell’anno precedente. Meno accentuata, ma altrettanto fragorosa la performance, in negativo, delle auto a Gpl, passate dalle 121.194 del 2015 alle 102.582 dell’anno scorso.

Crisi auto a gasCRISI AUTO A GAS NEI PRIMI MESI DEL 2017

A inizio anno, da registrare un parziale cambio di rotta, con il Gpl che riprende quota e incassa un incremento del 30,4% a gennaio (11.413 unità) e del 23% a febbraio (11.642 immatricolazioni), grazie alla commercializzazione di nuovi modelli.

Continua, invece, la picchiata del metano, che riduce i suoi volumi del 34,5% a gennaio (3.089 unità) e del 45,3% a febbraio (2.620 immatricolazioni), arrivando a rappresentare appena l’1,4% del totale del mercato, superato dall’ibrido nelle vendite.

APPROFONDISCI

FOCUS FLEET

Nelle flotte, il tracollo del gas è stato registrato nel 2015: -22,9% di immatricolazioni, rispetto al 2014, nel comparto del noleggio (2.769) e -11% per quanto riguarda le società (12.392). Il 2016, invece, è stato l’anno della ripresa, come si evince dai grafici: +29,4% nel noleggio (3.582) e +14% di immatricolazioni alle società (14.127). Complessivamente, 17.709 nuove vetture a Gpl.

Crisi auto a gas rifornimento

Discorso a parte merita il metano, che precipita nelle immatricolazioni alle società (-20% nel 2015 e -31,5% nel 2016, rispetto all’anno precedente).

Per quanto riguarda il comparto del noleggio invece, da registrare una crescita del 6,3% nel 2015 e il boom del 2016 (+ 40,2%). In totale, però, calano le nuove vetture a metano nell’intero comparto: 10.772 l’anno scorso, rispetto alle 13.456 nel 2015.

L’avanzata dell’ibrido sta producendo i suoi effetti anche nel settore “fleet”, che comunque si conferma in prima linea nell’abbracciare le alimentazioni green.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia