14 Maggio 2021

Crisi dei semiconduttori: quasi 4 milioni di auto non saranno prodotte nel 2021

Le ultime previsioni di AlixPartners spaventano il settore. Senza semiconduttori 3.9 milioni di veicoli a rischio in tutto il mondo

La crisi dei semiconduttori impedirà alle Case automobilistiche di produrre 3,9 milioni di veicoli a livello globale nel 2021, secondo le ultime previsioni di AlixPartners.

Una stima in forte aumento rispetto a quella di gennaio quando i veicoli non prodotti si assestavano sui 2,2 milioni. Ora nel 2021 la produzione calerà di 3,9 milioni di unità pari a circa 110 miliardi di dollari di ricavi. Un salasso per le aziende che per contenere le già gravi perdite dovranno essere “proattive” e creare “resilienza della supply chain” a lungo termine.

crisi semiconduttori porta la produzione delle auto a picco

Le previsioni di AlixPartners, società di consulenza globale, riguardano i costi dell’attuale carenza di semiconduttori per l’industria dell’automotive mondiale. Gli ultimi dati diffusi oggi sono un grande avvertimento per l’intero settore.

Leggi Anche: Già ad aprile i numeri non sono stati confortanti per il settore automotive

LA CRISI PEGGIORA

In pochi mesi la crisi si è acuita e le previsioni si sono spinte dai 2,2 milioni di veicoli non prodotti, nelle stime di gennaio, ai 3,9 attuali, con una perdita quantificabile oggi intorno ai 110 miliardi di dollari, mentre a gennaio si attestavano sui 61 miliardi.

“La crisi dei chip indotta dalla pandemia è stata aggravata da eventi che normalmente sono problemi routinari per l’industria automobilistica, come un incendio in un importante impianto di fabbricazione di chip o la siccità a Taiwan, ma tutto questo è ora divenuto un problema importante per il settore che sta parzialmente recuperando il crollo dei volumi del 2020. Sarà fondamentale oltre che gestire la crisi nel breve termine anche continuare a costruire resilienza della catena di approvvigionamento a lungo termine attraverso un ruolo più attivo nella gestione delle forniture di molte materie prime e della logistica”.

Dario Duse, Managing Director e EMEA co-leader per l’Automotive e Industrial practice di AlixPartners

“Oggi in un veicolo ci sono fino a 1.400 chip, e questo numero non farà che aumentare man mano che l’industria continuerà la sua marcia verso veicoli elettrici, sempre più connessi e autonomi. Ma la priorità assoluta per le aziende in questo momento è mitigare al meglio gli effetti a breve termine di questa crisi, utilizzando tutte le leve possibili, dalla rinegoziazione dei contratti alla gestione tattica della produzione, alla gestione delle aspettative di clienti e investitori. L’importante è essere proattivi e dotarsi di buone informazioni e analisi”.

Corrado Belicchi, Director della practice Automotive e Industrial

FOLLOW US

Per rimanere sempre aggiornato sulle novità di Fleet Magazine seguici sui nostri canali social. Siamo su Facebook, Linkedin, Instagram e Google News. Iscriviti al canale Youtube ufficiale e non perderti tutti i Test Drive e gli altri video della nostra redazione.

Leggi anche
Consigliati per te
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia