Cupra Leon, sportiva in quattro gusti: ibrida e 2.0 benzina

L'offerta sportiva Cupra registra l'arrivo di Leon, berlina e Sportstourer. La novità è l'ibrido plug-in da 245 cavalli, ma anche la proposta di motori solo benzina in tre livelli di potenza

La proposta di una sportività ibrida plug-in era inevitabile, Cupra Leon però va oltre e moltiplica l’impegno proponendo una gamma di potenze differenziate, come motorizzazioni e carrozzerie: varietà che farà piacere allo zoccolo duro degli appassionati.

Cupra Leon

CUPRA LEON 2020

Al Salone di Ginevra 2020 scopriremo Cupra Formentor nella versione di serie, Cupra Leon si è svelata, invece, con un evento dedicato, di presentazione anche della nuova struttura Cupra Garage, quartier generale del brand.

Leggi anche: Cupra e Seat, le novità a Ginevra

MOTORI, CUPRA LEON IBRIDA E NON SOLO

Berlina e station wagon, accomunate dall’altissimo livello di tecnologia applicata agli Adas e l’infotainment – interamente di derivazione Seat Leon –, sviluppano il lato più dinamico e prestazionale: nella forma di un ibrido plug-in da 245 cavalli, nella proposta 2.0 TSI da 245 cavalli, in un 2.0 TSI da 300 e 310 cavalli.

Il top di gamma è riservato a Cupra Leon Sportstourer, l’unica a essere dotata di trazione 4Drive, quattro ruote motrici, versione che definisce il miglior tempo in accelerazione: meno di 5” per passare da 0 a 100 orari, 250 km/h di velocità massima.

Approfondisci: Nuova Leon accelera su Adas e ibrido

La gamma di motori di Cupra Leon ha nell’ibrido plug-in la novità assoluta, un sistema composto dal motore turbo benzina 1.4 TSI da 150 cavalli e 250 Nm, supportato dal motore elettrico da 115 cavalli. La batteria è da 13 kWh – è il dato che va a incidere sul peso complessivo dell’auto, grande differenza rispetto alle versioni con motore benzina due ruote motrici – e si ricarica in 3 ore e mezza tramite Wallbox (circa 6 ore dalla presa domestica): in compenso, l’aggravio di peso garantisce un’autonomia in elettrico pari a 60 km nel ciclo WLTP ed emissioni di Co2 inferiori ai 50 g/km. Ovviamente, con pacco batterie carico.

Motore

Cavalli

Coppia

Carrozzeria

Trazione

1.4 TSI ibrido

245

400 Nm

Berlina e wagon

Anteriore

2.0 TSI

245

370 Nm

Berlina e wagon

Anteriore

2.0 TSI

300

400 Nm

Berlina e wagon

Anteriore

2.0 TSI

310

400 Nm

Wagon

4Drive

ASSETTO, DCC ADATTIVO LA NOVITÀ

Cupra Leon Sportstourer

Il progetto Cupra Leon berlina e Sportstourer, se messo a confronto con l’ultima generazione di Seat Leon, rivela caratteristiche uniche anche al capitolo assetto e regolazioni elettroniche.

É presente, anzitutto, un differenziale anteriore a controllo elettronico, per proseguire con il DCC – Dynamic Chassis Control di tipo adattivo: modifica parametri come la rigidità delle sospensioni, la taratura del volante, la risposta del cambio e del motore.

Assetto differenziato anche nell’altezza da terra, ridotta di 25 mm sull’asse anteriore e 20 mm al posteriore, sospensioni dotate di molle e ammortizzatori specifici.

CUPRA LEON, RAME E OPACO FIRMANO LO STILE

Il capitolo del design è unico e richiama alcuni dettagli delle Cupra Leon da corsa, la versione 100% elettrica e l’auto che correrà nel campionato turismo 2020. Si parte dal motivo della griglia frontale, i rombi intorno al logo Cupra color rame, per proseguire con i profili applicati alle estremità del paraurti anteriore, i cerchi da 19 pollici di serie sulle versioni 300 e 310 cavalli (18 pollici di serie sui livelli di potenza 245 cv), le tinte carrozzeria inedite: Grigio Graphene e Rosso Desire, più le due tinte opache Magnetic Tech e Petrol Blue, a completare la gamma di colorazioni “classiche”.

INTERNI DI CUPRA LEON

Interni di Cupra Leon

I particolari color rame sono il segno distintivo Cupra, applicati ai cerchi con anello aerodinamico, le cornici dei terminali di scarico, i loghi del brand spagnolo. Caratterizzazione che si ritrova all’interno della Leon sportiva.

Le novità non sono solo cromatiche, ma anche di design, specialmente sul volante, dotato dei consueti comandi sulle razze, completati da due satelliti: l’avvio e spegnimento del motore sul lato destro, il tasto del Drive Profile a sinistra,dal quale regolare le quattro modalità di guida: Comfort, Sport, Cupra e Individual.

Detto della pedaliera sportiva, in alluminio brunito, del cambio DSG con selettore a impulsi elettronici, privo di ogni collegamento meccanico con la scatola del cambio, va approfondito il capitolo infotainment.

Infotainment di Cupra Leon

Cupra Leon, berlina e Sportstourer, ha di serie la strumentazione Digital Cockpit da 10 pollici e l’infotainment con schermo di uguale diagonale. La grafica della strumentazione si differenzia da Seat Leon per una modalità Sport View, che porta in primo piano delle informazioni essenziali nella guida sportiva: giri motore, coppia e cavalli erogati, pressione del turbocompressore, forza G sviluppata.

ADAS, DA LEON A LEON

Alte prestazioni che convivono con un comparto di Adas di primo piano, un’assistenza di Livello 2 che ha nel Travel Assist e l’Emergency Assist 3.0 i punti di maggior rilievo.

Leggi anche: Siamo davvero più sicuri con gli Adas?

Cupra Leon può controllare l’andatura fino a 210 km/h in funzione delle condizioni di traffico, purché il guidatore abbia sempre almeno una mano sul volante; l’Emergency Assist 3.0, invece, interviene nel caso in cui rilevi una mancanza di attività del guidatore, arrivando se necessario a fermare l’auto e inviare una richiesta di soccorso tramite eCall, possibile – come tutti i servizi connessi dell’infotainment – mediante la SIM integrata.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia