2 Agosto 2013

Dal TCO al TCM: la mobilità vista da Alphabet

DALLA PROPRIETA’ ALLA MOBILITA’ – Secondo Alphabet, siamo di fronte a un passaggio quasi storico nell’ambito della mobilità: oggi non si può più parlare solamente di  Total Cost of Ownership della vettura aziendale, ma occorre considerare il Total Cost of Mobility che un’impresa deve sostenere. Nella video-intervista, Roberto Sticca, direttore operations di Alphabet e Maurizio Ceci,  post merger integration director di Alphabet spiegano questo cambiamento.

NON SOLO IL VEICOLO – “Passare dal TCO al TCM – spiega Sticca – significa cercare di ampliare il concetto di costo all’intera mobilità, dai singoli spostamenti ai noleggi a breve termine”.  Aggiunge Ceci: “Una grossa parte del costo complessivo della mobilità non è legata solo al veicolo, ma anche ad altri fattori come la condotta di guida. Noi vogliamo considerare la mobilità a 360 gradi, inglobando tutte quelle componenti che comportano spese”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia