Italia ed Europa allineate sui dati mercato auto gennaio 2017

Il momento positivo che stiamo vivendo in Italia, con riferimento all’industria delle quattro ruote, apre riflettersi a livello continentale e viceversa, considerati i “dati mercato auto Europa gennaio 2017” resi noti dall’Acea, l’associazione che riunisce i costruttori che operano nell’area.

I primi 31 giorni del nuovo esercizio, relativi ai 28 paesi dell’Unione + quelli EFTA, hanno fatto segnare complessivamente 1.203.958 nuove immatricolazioni, con una crescita del 10,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

PAVAN BERNACCHI: “NUBI ALL’ORIZZONTE” PER IL MERCATO AUTO EUROPA

Pavan Bernacchi commenta il mercato auto europa 2017

Anche se spinto a “ben sperare” dal perfetto allineamento dei risultati tra il mercato auto nazionale e quello del Vecchio Continente, Filippo Pavan Bernacchi (foto), presidente di Federauto, non nasconde i propri timori.

“Nubi si addensano all’orizzonte – ha dichiarato -. I nostri conti non sono in regola e serve una manovra correttiva complicata che potrebbe portare ad aumenti di accise e ai tanto temuti aumenti Iva nel 2018″. Di qui l’invito a mantenersi prudenti nelle valutazioni.

In un quadro in cui il PIL è cresciuto lo scorso anno di uno scarso 0,9%, addirittura meno di quanto è accaduto in Grecia e poco più della metà rispetto alla media europea dell’1,6%, e la disoccupazione giovanile rimane tra le più elevate dell’area euro, l’unica speranza a cui aggrapparsi, ha ripreso il numero uno di Federauto, è che “il mercato degli autoveicoli italiani permanga anche quest’anno in controtendenza”.

Anche il clima di instabilità politica generatosi all’indomani delle dimissioni dell’ex premier Matteo Renzi può determinare ripercussioni negative sulla crescita economica del Paese, dal momento che non si sa se l’esecutivo attualmente al lavoro riuscirà ad arrivare alla naturale scadenza del mandato.

IN EVIDENZA QUATTRO DEI CINQUE “BIG MARKET” 

Rimanendo però concentrati sui numeri comunicati dall’Acea e guardando agli altri principali mercati europei oltre a quello italiano, le migliori performance per il mese di gennaio 2017 appartengono alla Spagna, che ha archiviato il periodo con un +10,7%, tallonata da Francia e Germania, con incrementi rispettivamente nell’ordine del 10,6% e del 10,5%.

Ecco come erano andati invece i mercati europei nel 2016

Con il suo +10,1%, pari a 171.556 nuove immatricolazioni, il nostro Paese è quarto, davanti al Regno Unito, che bissa la chiusura del precedente esercizio. Come a dicembre 2016, le vendite nel mercato UK sono infatti salite del 2,9%.

Ricapitoliamo i risultati dei cinque principali mercati europei, relativi al mese di gennaio 2017:

POSIZIONE PAESE TOT. NUOVE IMMATRICOLAZIONI
1 Spagna 84.515 (+10,7%)
2 Francia 153.046 (+10,6%)
3 Germania 241.399 (+10,5%)
4 Italia 171.556 (+10,1%)
5 Regno Unito 174.564 (+2,9%)

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia