Fabrizio Ruggiero (Aniasa): “Il renting può crescere ancora”

Non solo un bilancio positivo del 2015. Anche i primi dati del noleggio auto 2016 sono più che incoraggianti. La testimonianza arriva da Fabrizio Ruggiero, presidente di Aniasa, che abbiamo intervistato a margine della presentazione dell’ultimo Rapporto Aniasa. “Il mercato è in ottima salute, con tassi di crescita su tutti gli indicatori di performance rilevanti – spiega Ruggiero – Ed è soprattutto un mercato in grado di lavorare per dare nuove soluzioni ai clienti”.

TABELLA: IL NOLEGGIO NEL 2015

dati noleggio auto 2015

L’IMPORTANZA DEL RENTING

Secondo Ruggiero, il Rapporto Aniasa 2015 evidenzia che, da un lato, “il settore sta dando continuità al lavoro intrapreso lo scorso anno, quando abbiamo celebrato il nostro 50esimo anniversario e, all’interno dell’associazione, abbiamo introdotto per la prima volta nuove tematiche legate al concetto di mobilità in senso esteso, come il car sharing.  Dall’altro lato, i numeri mostrano un’importante maturità del mercato, dato che il noleggio rappresenta il 20% dell’immatricolato del Paese”.

VIDEO: INTERVISTA A FABRIZIO RUGGIERO, PRESIDENTE DI ANIASA

A PROPOSITO DI CAR SHARING

Quello del corporate car sharing è oggi un tema caldo, ma all’interno di Aniasa questo tema è ormai all’ordine del giorno da un anno e mezzo. “E’ stato un percorso” spiega il presidente dell’associazione dei noleggiatori, riferendosi alle partnership crescenti con i player del car sharing. “Ci sono diversi punti in comune e, soprattutto, vediamo tutti la possibilità di lavorare in un mercato a tassi crescenti” aggiunge Ruggiero.

LE SFIDE DEL 2016 

Quanto ai dati sul noleggio auto 2016, Ruggiero non ha dubbi: “Sicuramente il 2016 è partito in maniera eccellente: nei primi quattro mesi dell’anno, i numeri dell’immatricolato sono in crescita di oltre il 7% rispetto al 2015. E continuiamo a rappresentare il 23% delle immatricolazioni totali”. Da qui a fine anno, fa notare il presidente, ci sarà una partita importante, legata al tema della detraibilità dell’Iva. “Se da questo punto di vista le istituzioni vorranno ‘rischiare’ qualcosa, avremo certamente un mercato in ulteriore sviluppo nei prossimi due-tre anni” conclude Ruggiero.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia