8 Gennaio 2015

DDL Stabilità: 500 milioni di euro per il TPL

Un fondo di 500 milioni di euro per il Trasporto Pubblico Locale (TPL), a cui si aggiungono i 125 milioni residui degli anni precedenti. E’ quanto prevede il testo definitivo del DDL Stabilità approvato prima delle Feste dalla Camera dei Deputati.

Nel dettaglio la legge di Stabilità prevede di concentrare l’intera somma, per il solo anno 2015, sul trasporto pubblico locale su gomma, nonché di semplificare le procedure di assegnazione dei fondi alle Regioni, per evitare che, come accaduto nel 2014, le somme stanziate vengano cancellate per motivi di spending review.

Secondo Roberto Vavassori, presidente di Anfia, che da anni aveva richiesto questa istanza, “la decisione di destinare le risorse stanziate al solo comparto degli autobus per un anno risponde all’esigenza di sostenere il rilancio di un settore ormai ridotto ai minimi termini, nonostante rivesta una notevole importanza per lo sviluppo industriale e sociale del Paese. Nel 2013, la produzione italiana di autobus è calata del 14% (dopo un 2012 che aveva chiuso a -40,6%) e nei primi nove mesi del 2014 sono state prodotte appena 136 unità“.

Questi numeri hanno ovviamente conseguenze negative sul parco circolante, che ha un’età media superiore ai 12 anni. A fine 2013, solo il 15% del parco autobus pubblico e privato aveva meno di 5 anni di età, mentre più di un quarto del parco adibito al trasporto pubblico urbano ed extraurbano ha più di 15 anni di età. L’importo stanziato permetterà quindi l’avvio del processo di rinnovo, con ricadute positive sulla qualità dei mezzi in circolazione sia in termini di impatto ambientale che di sicurezza offrendo quindi un impulso positivo alla qualità della mobilità urbana. La Legge di Stabilità introduce anche il divieto di circolazione, dal 1o gennaio 2019, degli autobus Euro 0 a benzina o a gasolio.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia