24 Gennaio 2017

Nissan Qashqai , “The Original Crossover”, compie dieci anni

Il fatto di essere pronto a tagliare il traguardo dei dieci anni di vita rischia quasi una citazione di sfuggita quando si tratta di Nissan Qashqai, capace di lastricare questo lasso di tempo di riconoscimenti e consensi.

Uno dei modelli di punta a listino per la Casa giapponese, di cui a oggi sono stati venduti 3,3 milioni di esemplari in 137 mercati, ha però davvero una “marcia” in più.

È stato infatti con la sua prima generazione – proposta, appunta, nel 2007 – che l’industria automotive ha salutato una soluzione progettuale e architettonica di sintesi, del tutto inedita sino a quel momento, tra la carrozzeria tipica di un SUV (vedasi, ad esempio, il caratteristico assetto rialzato) ed altra più da autovettura compatta.

Nascevano i “crossover” (termine inglese da allora utilizzato, che compendia appieno la caratteristica fusione di mondi tra loro differenti), segmento tutt’ora in crescita, tanto da diventare uno dei trend più diffusi del mercato.

prima-generazione-nissan-qasqai
La prima generazione di Nissan Qashqai, la cui forma innovativa ha saputo subito conquistare il pubblico

PER NISSAN QASHQAI UN SUCCESSO IMMEDIATO 

I festeggiamenti legati ai dieci anni dal lancio del modello partiranno il prossimo mese e saranno affiancati da una serie di eventi esclusivi, aperti ai clienti e alla stampa di tutta Europa.

Nel corso degli appuntamenti sarà ricordato il lungo cammino percorso da Nissan Qashqai, che guarda in realtà più indietro del 2007, esattamente a cinque anni prima (2002), quando il team al lavoro sulla nuova Almera deviò strada e provò a tradurre con un tratto di matita i concetti racchiusi nella frase programmatica del Marchio nipponico: “innovazione ed emozione per tutti”.

La generazione inaugurale di quello che, giustamente. si può fregiare del titolo di The Original Crossover“, arrivò sulle principali piazze continentali tra fine gennaio e inizio febbraio 2007. Di lì al termine dell’anno le unità complessivamente vendute nel Vecchio Continente furono quasi 100mila.

dieci anni Nissan Qashqai
Dopo il restyling operato nel 2010, la generazione oggi in commercio di Nissan Qashqai si presenta così

TANTI VOLTI NEL TEMPO PUR RIMANENDO LO STESSO

“Quando Qashqai ha esordito sul mercato, non c’erano veicoli analoghi”,  ha ricordato Paul Willcox, Presidente di Nissan in Europa.
Le ragioni che hanno traghettato questo modello verso un presente che lo vede ancora saldamente in cima alle preferenze della clientela continentale non possono tuttavia spiegarsi solo con l’assenza di competitor diretti.
Per Willcox, di là dall’aver “conservato l’identità originaria”, Nissan Qashqai si è fatto interprete della capacità del Marchio del Sol Levante di “innovare in termine di stile e tecnologie”.

Le versioni successive del crossover giapponese, arrivate a tenere compagnia alla prima generazione, ne sono un chiaro esempio.

A partire dal restyling operato nel 2010, con l’introduzione contestuale tra i dispositivi di bordo del sistema Around View Monitor. Per proseguire nel 2014 con il lancio di una vera e propria nuova generazione e l’adozione della tecnologia Intelligent Park Assist.

VIDEO: I MOMENTI PIÙ IMPORTANTI NELLA STORIA DECENNALE DI NISSAN QASHQAI

UNA CASE HISTORY CHE HA ISPIRATO MOLTE ALTRE CASE 

In dieci anni, sugli scaffali del quartier generale d Yokohama, grazie a Qashqai, sono andati accumulandosi una serie di premi, tra cui 19 titoli di “Car of the Year”.
Contemporaneamente, a far data dallo scoppio della crisi economica generale i cui effetti sull’industria automotive si stanno mitigando solo di recente, il settore delle quattro ruote ha scoperto un segmento capace di attraversare indenne, e sostenerne, il periodo più nero.

Ecco perché dal 2007 ad oggi quasi ogni Casa costruttrice ha deciso di inserire nella propria gamma almeno un crossover. Dall’iniziale monoregime, quindi, Nissan Qashqai si trova oggi a fronteggiare la concorrenza di ben 21 modelli.

APPROFONDISCI: nuovi Crossover, ecco cosa uscirà nel 2017

L’affollamento commerciale non sembra tuttavia aver nuociuto al giro d’affari del Brand, tanto che anche nel 2016 gli esemplari del crosssover nipponico venduti in Europa sono stati oltre 261mila, per una quota di mercato del 10% e una crescita annua pari al 5,2%.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia