Downsizing e servizi: la ricetta vincente di Škoda

Febbraio 2012 – In un periodo di calo del mercato è fondamentale puntare sul downsizing, senza però intaccare la qualità dei servizi sia nella fase di vendita sia in quella del post-vendita. Škoda lo ha fatto, e i numeri degli ultimi due anni testimoniano la bontà di questa strategia: la Casa ceca, infatti, grazie a un’efficiente organizzazione (leggi l’approfondimento sui concessionari Fleet Center) e a un’offerta che comprende modelli particolarmente apprezzati dalle aziende (uno su tutti, Octavia Wagon), ha conquistato uno spazio importante nel comparto fleet. “Lo scorso anno siamo cresciuti rispetto al 2010 –  sottolinea Massimo Tremante, responsabile flotte di Škoda -. Nel periodo gennaio-dicembre, in termini di volumi abbiamo fatto segnare un incremento del 13%, mentre la quota di mercato è aumentata dell’8%. L’obiettivo 2012 è mantenere i volumi, consolidando allo stesso tempo i rapporti con i clienti”. Un obiettivo da raggiungere in un mercato fleet che, secondo le stime, si manterrà verosimilmente su livelli simili a quelli del 2011. 


STRUTTURE DI VENDITA – Negli ultimi due anni Škoda ha costruito un’organizzazione dedicata alle aziende a 360 gradi. Da una parte c’è il reparto flotte di Škoda Italia, dall’altra dieci concessionari Fleet Center sul territorio nazionale, specializzati nella vendita alle Imprese. “Verosimilmente – conferma Tremante – nel 2012 la rete Fleet Center crescerà ancora, ma a piccoli passi. Per noi, infatti, non è tanto importante il numero dei dealer, quanto l’eccellenza del servizio che sono in grado di offrire”.

UNA PICCOLA PER IL RAC – Se da una parte le vetture con il marchio della freccia alata stanno ottenendo sempre più consensi sia tra i privati sia tra le aziende, dall’altra la Casa ha investito e continua a investire sui nuovi modelli. Nel 2012, non a caso, la gamma si amplierà ulteriormente con il lancio della Citigo, la citycar che consentirà alla Škoda di entrare nel segmento A.
“Nel 2011 – afferma ancora Tremante -, per il nostro brand il modello di punta nel comparto flotte è stato Octavia Wagon, un’auto che si posiziona tra i segmenti C e D, ma anche il resto della gamma è stato apprezzato. Quest’anno, invece, puntiamo molto sulla Superb Wagon, un’auto dalle grandi potenzialità, e sulla piccola Citigo, che arriverà a inizio estate e ci consentirà di entrare nel segmento delle citycar. Potrà risultare molto interessante, in particolare per le società di noleggio a breve termine: le sue caratteristiche vincenti sono la spaziosità – nonostante le dimensioni contenute – il valore residuo e il posizionamento di prezzo”.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia