Ecotassa, ecobonus, auto elettriche e Adas: l’analisi dell’Osservatorio Top Thousand al Fleet Motor Day 2019

L’ecotassa e l’ecobonus stanno alimentando un clima di incertezza, anche nel settore delle flotte aziendali. La strada verso l’elettrificazione è ormai tracciata, ma la demonizzazione del diesel è sbagliata. Gli Adas sono indispensabili in auto, per la sicurezza. Ecco i focus dell’Osservatorio Top Thousand al Fleet Motor Day 2019.

Il Fleet Motor Day, giunto alla quinta edizione, si conferma un momento di incontro e confronto strategico tra i Fleet & Mobility Manager e gli altri attori dell’automotive, ovvero costruttori, noleggiatori e aziende della filiera.

“Ci confrontiamo in un contesto di acceso dibattito sulle alimentazioni e sulle emissioni, dopo il recente provvedimento del bonus/malus, che ha creato ulteriori incertezze sulle azioni future da intraprendere da parte dei Fleet Manager, come evidenziato anche dalla survey presentata da Fleet Magazine”, sottolinea Gianfranco Martorelli, presidente dell’Osservatorio Top Thousand.

ianfranco Martorelli presidente dell'Osservatorio Top Thousand al Fleet Motor Day 2019

ECOTASSA ED ECOBONUS 2019

“L’ecobonus, pur nascendo con il giusto intento di introdurre incentivi, riguarda un numero ancora troppo limitato di modelli che possono entrare nelle nostre flotte”, precisa Martorelli. L’ecotassa, invece, rallenta il processo di rinnovamento del parco auto con il timore di un aumento dei costi.

Audi e-tron

“L’andamento del mercato non lascia tranquilli. Gli stessi driver di molte aziende, con contratti in scadenza, chiedono di prorogarli per capire meglio gli sviluppi; quando c’è incertezza si attende”, aggiunge il presidente di Top Thousand.

Approfondisci: tutte le cose da sapere sull’ecotassa 2019

LA POSIZIONE DELL’OSSERVATORIO TOP THOUSAND

“Siamo consapevoli che il percorso verso l’elettrificazione sia tracciato. L’entrata in vigore del nuovo ciclo di omologazione WLTP determinerà la necessità di ridurre le medie di emissioni. L’auto elettrica, con l’aumento della rete infrastrutturale di ricarica annunciato dai produttori di energia, diventerà sempre di più un’opportunità concreta e vantaggiosa per la mobilità urbana delle aziende. Noi Fleet Manager dovremo essere bravi ad individuare la giusta tipologia di utilizzo in funzione delle caratteristiche tecniche del prodotto offerto dal mercato”, spiega Martorelli.

Ricarica auto elettriche Enel

Come abbiamo visto al Salone di Ginevra 2019, le Case costruttrici stanno sempre più orientando le scelte strategiche e gli investimenti verso l’elettrico e l’ibrido plug-in, per rispettare i nuovi parametri dettati dall’Unione Europea. Certamente il numero di auto elettriche e ibride nelle nostre flotte salirà gradualmente, come del resto sta già accadendo in questo ultimo periodo”.

Leggi anche: le auto soggette all’ecotassa

A DIFESA DELLE AUTO DIESEL

“Parallelamente noi Fleet e Mobility Manager di grandi flotte abbiamo anche l’obbligo di tutelare la parte di flotta più tradizionale, ovvero le motorizzazioni diesel che abbiamo nei nostri parchi. Oggi la campagna di demonizzazione verso tale motorizzazione appare eccessiva oltre che basata su valutazioni istintive e non su dati scientifici. I diesel di ultima generazione, e su questo concorda anche il Consiglio nazionale delle Ricerche, hanno un impatto trascurabile in termini di emissioni nocive e di CO2 e premiano chi è costretto ad essere sempre più attento ai costi di esercizio”, evidenzia Martorelli.

Bosch ha annunciato di aver sviluppato una nuova tecnologia diesel

Il numero delle auto elettriche ed ibride salirà gradualmente, ma attualmente una migrazione complessiva della flotta verso queste alimentazioni appare ancora controproducente ed antieconomica, secondo il presidente dell’Osservatorio Top Thousand.

ADAS

Un altro argomento sotto i riflettori al Fleet Motor Day 2019 è quello della sicurezza. “Gli Adas sono diventati strumenti indispensabili a bordo delle auto aziendali. Con l’intensa giornata di test drive, tutti abbiamo avuto modo di approfondire questa importante novità tecnologica e verificare come quanto offerto dalle Case sia in continua crescita. Siamo passati da sistemi mirati a ridurre la distrazione durante la guida a sistemi in grado di impedire le collisioni, come la frenata automatica d’emergenza, e quindi con un forte impatto sulla salvaguardia delle nostre vite”, spiega Martorelli.

Test Adas al Fleet Motor Day

Il Fleet Motor Day, dunque, si conferma anche quest’anno il palcoscenico ideale per dare un contributo al miglioramento delle condizioni di sicurezza dei driver.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia