Elettrificazione della flotta, l’esempio di Amazon

Amazon punta a consegnare una spedizione a un cliente, a zero emissioni di carbonio. Un percorso lungo, a partire dal centro di distribuzione, in cui un articolo viene prelevato dallo scaffale, fino ai veicoli commerciali che trasportano il pacco a domicilio.

Il trasporto delle merci gioca un ruolo fondamentale nella strada verso la mobilità sostenibile. In quest’ottica, Amazon è in prima linea, nella visione di raggiungere la carbon neutrality per le spedizioni dei pacchi.  

Pacchi Amazon trasporto

Leggi anche: i veicoli commerciali in arrivo nel 2020

LA CASE HISTORY DI AMAZON

Amazon gestisce centinaia di mezzi elettrici in tutto il mondo. Il colosso dell’e-commerce ha investito 440 milioni di dollari su Rivian (startup americana, che ha deciso di puntare sull’auto elettrica) per accelerare la produzione di veicoli elettrici, fondamentali per la riduzione delle emissioni provocate dai trasporti.

Amazon consegna merci

“Nell’ambito del nostro impegno nel Climate Pledge abbiamo ordinato a Rivian 100.000 nuovi veicoli elettrici per le consegne, il più grande ordine di sempre di veicoli elettrici per le consegne. Amazon prevede di iniziare a utilizzare entro il 2021 questi nuovi veicoli elettrici, per consegnare le merci ai clienti, utilizzandone 10.000 fin dal 2021 e arrivando a impiegarli tutti e 100.000 entro il 2030, anno in cui si raggiungerà un risparmio pari a 4 milioni di tonnellate di carbonio annuali”, fanno sapere da Amazon. 

Leggi anche: come elettrificare la flotta aziendale

OTTIMIZZARE L’EFFICIENZA DEI VEICOLI ATTUALI 

Amazon, da un lato, è impegnata nell’adozione delle tecnologie più efficienti e all’avanguardia nel campo dei veicoli commerciali, dall’altro punta a massimizzare l’efficienza delle flotte esistenti.

Amazon spedizioni pacchi

“In Nord America, la nostra flotta comprende un mix di rimorchi di diverse dimensioni equipaggiati con minigonne (pannelli fissati ai bordi laterali inferiori di un rimorchio, per renderlo più aerodinamico) e sistemi automatici di gonfiaggio degli pneumatici, che li mantengono alla pressione corretta, ottimizzando i consumi di carburante. Utilizziamo paraspruzzi, appositamente progettati per consentire il passaggio di aria e acqua, in modo da ridurre la resistenza aerodinamica, con un conseguente risparmio medio pari a circa 100 litri di gasolio per veicolo ogni anno. In Europa abbiamo adottato rimorchi a due piani, che aumentano la capacità di carico per rimorchio, riducendo il numero totale di rimorchi sulle strade”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia