28 Gennaio 2020

Emergenza smog, scattano nuovi blocchi del traffico

Domenica 2 febbraio ci sarà il blocco del traffico a Milano, per colpa degli elevati livelli di inquinamento dell’aria. Limitazioni della circolazione a Bologna, Torino e in altri Comuni di Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna. Stop ai diesel Euro 4.

Continua la piaga dell’inquinamento atmosferico, che nelle grandi città italiane raggiunge picchi elevati. Per le amministrazioni locali, la soluzione più semplice è limitare la circolazione delle auto, partendo da quelle più inquinanti e arrivando fino ai diesel Euro 6 e al blocco totale.

inquinamento atmosferico blocchi traffico

L’abbassamento delle polveri sottili, grazie alle leggere piogge di oltre una settimana fa, era solo una parentesi, destinata in poco tempo a lasciare spazio nuovamente all’aumento del PM10. Così, passati pochi giorni di smog a livelli accettabili (entro i parametri stabiliti dalla legge), la situazione è tornata a peggiorare. Di conseguenza, da domani tornano i blocchi del traffico.

Approfondisci: Roma, perché il blocco del traffico dei diesel Euro 6 è una follia

BLOCCO DEL TRAFFICO A TORINO E IN PIEMONTE

A Torino, arrivati al sesto giorno consecutivo con Pm10 oltre i 50 microgrammi al metro cubo, scatta il primo livello dei provvedimenti antismog. Da martedì 28 gennaio a giovedì 30 gennaio, stop anche ai diesel Euro 4, dalle 8,30 alle 14 e dalle 16 alle 19, unito all’abbassamento del termostato negli edifici a 19 gradi, al divieto di spargere liquami e bruciare sterpaglie o legna non conforme.

limiti emissioni CO2 per i blocchi del traffico auto

Oltre al capoluogo piemontese, le misure sono in vigore in altri diciassette comuni: Beinasco, Borgaro, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Rivoli, San Mauro, Settimo Torinese, Venaria, Caselle, Chivasso, Leinì, Mappano, Pianezza e Volpiano.

Lo stop alle auto diesel Euro 4 si aggiunge ai blocchi strutturali sempre in vigore: tutti gli Euro 0 e i diesel fino all’Euro 1 non possono circolare mai, 7 giorni su 7 e 24 ore su 24. I diesel Euro 2 sono interdetti tutto l’anno dalle 8 alle 19, mentre gli Euro 3 a gasolio solo fino al 31 marzo e sempre dalle 8 alle 19.

Anche a Novara scatta il blocco alla circolazione per i diesel Euro 4, dal 28 al 30 gennaio.

BLOCCO DEL TRAFFICO A BOLOGNA E IN EMILIA ROMAGNA

Da martedì 28 gennaio a giovedì 30 gennaio, a Bologna, Imola e nei Comuni dell’agglomerato entrano in vigore le misure emergenziali per abbassare i livelli di inquinamento. Divieto di circolazione per i diesel Euro 4. 

blocchi traffico 2020

Le limitazioni riguardano anche i Comuni di Argelato, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell’Emilia, Ozzano dell’Emilia, San Lazzaro di Savena e Zola Pedrosa.

Leggi anche: aumentano le auto in Italia, nonostante fisco e blocchi

BLOCCO DEL TRAFFICO A MILANO

Domenica 2 febbraio milanesi e turisti si dovranno preparare a trascorrere una giornata in città a piedi, in bici, sui mezzi pubblici. I valori del Pm10, infatti, hanno nuovamente sforato i livelli di guardia e le previsioni meteorologiche per i prossimi giorni non lasciano sperare in una diminuzione delle concentrazioni di polveri nell’aria. Blocco totale del traffico, dalle 10 alle 18.

limiti circolazione auto inquinanti

I divieti temporanei (che interessano le auto diesel Euro 4) riguardano, da martedì 28 gennaio, anche altre otto province della Lombardia, oltre a Milano. Le misure temporanee di blocco del traffico saranno attivate nei Comuni con più di 30.000 abitanti e in quelli aderenti su base volontaria nelle province di Milano, Monza, Cremona, Pavia, Bergamo, Como, Lodi, Varese e Mantova

LE CITTÀ PIÙ INQUINATE IN ITALIA

In Italia l’emergenza smog è sempre più cronica e si ripresenta puntale ogni anno. A dimostralo i nuovi dati di Mal’aria, il report annuale di Legambiente sull’inquinamento atmosferico in città. 

Nelle prime tre settimane del 2020 Frosinone e Milano (19), Padova, Torino e Treviso sono i centri urbani che hanno superato per 18 giorni i limiti di PM10. Male anche Napoli (16) e Roma (15).

i blocchi del traffico per le auto

L’emergenza smog ha segnato anche il 2019, un anno nero, con 54 capoluoghi di provincia che hanno superato il limite previsto per le polveri sottili (PM10) o l’ozono (O3), stabiliti rispettivamente in 35 e 25 giorni nell’anno solare.

Torino, con 147 giorni (86 per il PM10 e 61 per l’ozono), è la città che lo scorso anno ha superato il maggior numero di giornate fuorilegge, seguita da Lodi, con 135 (55 per PM10 e 80 per ozono), e Pavia, con 130 (65 superamenti per entrambi gli inquinanti).

Anche il decennio 2010-2019 lascia in eredità un bilancio negativo, con il 28% delle città, monitorate da Legambiente, che hanno superato i limiti giornalieri di PM10 tutti gli anni. Maglia nera a Torino, prima in classifica 7 volte su 10, con un totale di 1086 giorni di inquinamento in città.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia