Estate al volante: attenzione ai pericoli del caldo (e del freddo)

Abitacoli che scaldano come forni o – al contrario – ghiacciati dall’aria condizionata. Mettersi in auto in estate non sempre è un piacere, ma si possono seguire alcuni accorgimenti.Auto in estate

LA TEMPERATURA GIUSTA IN AUTO

Quanti gradi tenere in auto? La tentazione di metterne 18 per combattere i 40 gradi fuori dal finestrino è forte, ma meglio non cedere. La temperatura ideale è quella che non supera i 6 gradi di differenza fra interno ed esterno. Se il climatizzatore funziona bene se già dopo pochi secondi dalle bocchette esce aria fresca. In caso contrario, soprattutto se fa cattivo odore, meglio ricaricarlo e igienizzarlo. È consigliabile ricordarsi di cambiare con frequenza il filtro antipolline, che filtra l’aria che entra dai condotti d’aerazione e la purifica da gas di scarico, polveri e sporco provenienti dalla strada.

Leggi anche: Idee per un weekend estivo? Direzione Varazze

I PERICOLI DEL FREDDO…

Per evitare malattie da raffreddamento come bronchiti e dolori muscolari come torcicollo, cervicali e mal di testa bisogna evitare gli sbalzi di temperatura eccessivi, così come mettersi sotto il getto di diretto di aria fredda del bocchettone. Ogni tanto è anche giusto abbassare i finestrini, anche da fermi, per arieggiare e fare entrare la luce solare, che è anche un disinfettante naturale contro acari e muffe. Sempre per evitare gli sbalzi di temperatura, è bene spegnere il condizionatore gli ultimi minuti prima di scendere dall’auto.

… E QUELLI DEL CALDO

Il colpo di calore è un innalzamento improvviso della temperatura corporea. In macchina tipicamente può verificarsi quando siamo bloccati nel traffico con una temperatura cocente. Anche un alto tasso di umidità e una scarsa ventilazione fanno si che il corpo accumuli calore.

È particolarmente rischioso per chi soffre di patologie come diabete o ipertensione e assume farmaci con regolarità, oltre che per i bambini, la cui temperatura sale molto più velocemente che negli adulti.

Leggi anche: Perché montare pneumatici estiviAuto in spiaggia

PER DIFENDERSI

Bisogna cercare di mantenere una temperatura accettabile all’interno dell’abitacolo, favorendo la ventilazione. Ecco qualche altro trucco quando salgono le temperature:

  • Togliersi la giacca, slacciare la camicia, permettere la naturale traspirazione della pelle
  • Bere: l’idratazione è fondamentale. È bene tenere dell’acqua in auto. Per evitare la sgradevolezza dell’acqua calda nella bottiglia di plastica, davanti alla quale spesso si preferisce non bere, ci si può dotare di una borsa frigo o di borraccia in metallo adatta a mantenere la temperatura del liquido più fresca. Ce ne sono molte in commercio ed è anche una scelta più green
  • Evitare di parcheggiare in luoghi assolati. Se proprio bisogna lasciare l’auto al sole, meglio esporre ai raggi la coda che non il parabrezza. Usare un parasole riflettente. Non è un accessorio particolarmente attraente o tecnologico, ma al prezzo di pochi euro consente di schermare per intero il parabrezza, contenendo l’irraggiamento dell’abitacolo e al tempo stesso evitando l’esposizione diretta di volante e plancia. Cosa che non solo ci risparmia di ustionarci le mani, ma salvaguarda le plastiche e le pelli degli interni, che possono essere danneggiate dal sole
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia