Europcar nel 2019: nuovi servizi per una mobilità a 360°

Una crescita importante quella di Europcar, che nel 2018 è stata possibile grazie a una serie di fattori, quali l'aumento del traffico aereo, a crescita della piattaforma digital e il mercato degli LCV in espansione. Su questi propositi, come ci spiega Stefano Gargiulo Managing Director della società di noleggio a breve termine, si basando gli obiettivi del biennio 2019-2020.

Stefano Gargiulo, Managing Director di Europcar Italia, fa una panoramica sul 2018, evidenziando gli aspetti che hanno portato la società di noleggio a breve termine a una crescita così corposa.

Intervista a Strefano Gargiulo, managing Director di Europcar, sul bilancio 2018 e sulle strategie 2019

Raggiunta una flotta di oltre 30.000 unità, infatti, Europcar Mobility Group ha progetti di espansione ambiziosi entro il 2020, diventando leader nel mercato della mobilità a 360°.

Leggi anche: Europcar si espande con nuovi franchisee in 16 Paesi

BILANCIO 2018

“Il 2018 è stato un anno di importante crescita dei volumi, trainata in particolare da tre fattori” – spiega Stefano Gargiulo. “Il primo è senza dubbio la crescita del traffico aereo, che ha portato più passeggeri negli hub del nostro Paese.

Il secondo fattore è la crescita del digital, che siamo riusciti a capitalizzare grazie alla continua innovazione delle nostre piattaforme digitali, attraverso le quali transita ormai il 75% delle prenotazioni.

Terzo, il mercato dei furgoni che ha continuato a crescere sia cogliendo il volano dell’industry dell’e-commerce, sia lavorando sullo sviluppo del mercato locale”.

STRATEGIE 2019

“Il 2019 sarà per Europcar un anno di ulteriore consolidamento sul fronte aeroportuale, ancora trainato da una forte spinta sul digitale, ma anche un anno di sviluppo del mercato delle pmi e della mobilità cittadina, che richiederà di far leva sulle durate più lunghe dei contratti e di sfruttare le sinergie a livello tecnologico con la nostra Business Unit New Mobility“, dedicata alle nuove frontiere della mobilità.

Leggi anche: le 5 formule per noleggiare un’auto

“Dopo un periodo caratterizzato da tanta offerta e poca domanda – prosegue il Managing Director di Europcar, vediamo inoltre aprirsi qualche spiraglio per il green, sia sullo short che sul mediumterm“.

OBIETTIVI 2019

“L’obiettivo della nascita della Business Unit New Mobility è quello di portare Europcar Mobility Group a conquistare la leadership nel mercato della mobilità a 360 gradi” – afferma Gargiulo. “Le macro aree che al momento riteniamo più strategiche e sulle quali ci concentreremo da qui al 2020 sono il vehicle e lo scooter sharing, il ride hailing e le piattaforme di mobilità.

Ubeeqo, dal canto suo, punta a consolidare ulteriormente la sua presenza nel corporate car sharing con l’obiettivo di poter gestire flotte importanti, forti di un background e un’expertise unica dal 2008, anno in cui è nata”.

Approfondisci: le nuove tariffe di Ubeeqo

NUOVI SERVIZI

“Un importante contributo alla crescita arriverà dalla nostra nuova offerta a medio termine grazie al lancio -avvenuto da poche settimane – del prodotto MidTermFlex, per noleggi da 3 a 24 mesi”.

Anche l’offerta del medio termine conferma le strategie della società, che si sta trasformando da noleggiatore a vero e proprio hub in grado di offrire svariati servizi nell’ambito della “nuova mobilità“. Il futuro vedrà gli uffici di noleggio della società trasformarsi in Mobility Point in grado di servire i clienti con un’offerta adatta a brevi spostamenti o a viaggi più lunghi.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia