Ruggiero (Aniasa): “I nostri primi 50 anni e le prossime sfide”

Aniasa ha compiuto 50 anni, ma guarda già alle sfide del futuro, che comprendono il passaggio dall’autonoleggio al mobi-noleggio e l’allargamento verso nuove formule, come il car sharing. A testimoniarlo è il presidente dell’associazione, Fabrizio Ruggiero, che abbiamo incontrato in occasione del convegno per il 50esimo di Aniasa, uno degli eventi dedicati alle flotte aziendali più attesi dell’anno. “L’obiettivo della giornata era fare un rapidissimo punto sulla storia dell’associazione, ma soprattutto cominciare a guardare avanti, definendo gli scenari più probabili a distanza di 5-15 anni” sottolinea Ruggiero.

VIDEO: INTERVISTA A FABRIZIO RUGGIERO, PRESIDENTE DI ANIASA/1

LA PARTNERSHIP CON IL CENSIS – Durante il convegno per il 50esimo di Aniasa, andato in scena il 27 maggio a Roma, è stato presentato uno studio congiunto Aniasa-Censis. “L’indagine del Censis ci ha consentito di definire gli scenari macro-economici, mentre noi abbiamo riunito le associate attorno al tavolo per definire il ruolo che le aziende del settore avranno in questo contesto” spiega Ruggiero. In particolare, nei prossimi anni non si parlerà più di semplice autonoleggio a lungo e breve termine, ma di mobi-noleggio, un’offerta smart e integrata di mobilità pay-per-use che comprenderà durate variabili da pochi minuti a 5 e più anni.  “Il mobi-noleggio, per molti aspetti, c’è già oggi – commenta il presidente di Aniasa -, per altri aspetti ci stiamo attivando affinchè divenga domani una parte ancora più importante dell’offerta” .

VIDEO: INTERVISTA A FABRIZIO RUGGIERO, PRESIDENTE DI ANIASA/2

NUOVE ASSOCIATE ALL’ORIZZONTE – Tra gli obiettivi di Aniasa, c’è un’apertura sempre maggiore verso il car sharing, formula di mobilità che negli ultimi ha preso piede in maniera decisa anche nel nostro Paese. “Già lo scorso anno – anticipa Ruggiero – avevamo annunciato la nascita di un dialogo, successivamente abbiamo avuto una serie di incontri con gli operatori, abbiamo definito un tavolo di lavoro e ricevuto la domanda di adesione da parte di Car2go e Twist, mentre già all’interno dell’associazione c’è ACI Global, che ha avviato un’attività di car sharing a Verona. L’obiettivo è diventare un punto di aggregazione per le aziende private appartenenti al mondo del car sharing”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia