17 Settembre 2015

Sicurezza e Fleet Manager, la cronaca del workshop milanese

Una novità nel panorama degli eventi per le flotte aziendali: oggi, a Milano, presso la sede di Beiersdorf, è andato in scena l’incontro “Sicurezza in auto come in ufficio – Quali sistemi e quali procedure”, promosso e organizzato da un gruppo di una decina di Fleet Manager (amici tra di loro, oltre che colleghi) di aziende che operano nella zona del milanese.

LA GENESI – “L’idea di questo incontro è nata tra di noi, qualche mese fa, attorno ad un tavolo” spiega Ricciardo Muradore, general services manager di Beiersdorf. Perchè la sicurezza? “E’ argomento della legge 81/2008 sul lavoro. E l’auto aziendale è a tutti gli effetti un luogo di lavoro” aggiunge Muradore. Alla giornata, hanno partecipato una cinquantina di addetti ai lavori, tra Fleet Manager, RSPP, e esponenti di Case automobilistiche.

L’RSPP – Pier Fausto Negruzzi, RSPP di Ecoarea, ha aperto il workshop. “Le auto oggi sono sempre più sicure, ma occorre cominciare a ‘fare cultura’ – ha spiegato –  Un punto centrale è l’informazione e la formazione del driver”. La formazione, in particolare, è un dovere preciso del datore di lavoro, perché, ha aggiunto l’RSPP, “i dispositivi di infotainment che equipaggiano le auto, dalla radio al telefono, possono essere un motivo di distrazione”.

LE CASE E GLI ALTRI INTERVENTI – All’incontro odierno, hanno partecipato anche due Case automobilistiche, BMW e Volvo, che hanno testimoniato l’importanza che oggi il tema sicurezza riveste per i Costruttori, descrivendo sistemi e procedure introdotti proprio per garantire l’incolumità del driver. L’evento “Sicurezza in auto come in ufficio  – Quali sistemi e quali procedure” ha visto anche la partecipazione di Fleet Magazine con l’intervento della giornalista Marina Marzulli, che ha approfondito l’evoluzione normativa e la possibilità di sinergie tra Fleet Manager e RSPP, e di Quattroruote, con le divisioni Professional e ASC.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia