9 Settembre 2019

Camion a zero emissioni, l’investimento della famiglia Agnelli

Nikola, startup statunitense, sarà la prima società ad avviare la produzione idustriale di veicoli commerciali pesanti con alimentazione a idrogeno-elettrica. CNH Industrial, società del Gruppo Exor della Famiglia Agnelli, ha deciso di investire 250 milioni di dollari per accelerare il pocesso produttivo e la successiva commercializzazione nei mercati Nord Americano ed Europeo.

L’obiettivo è uno: accelerare il passaggio a una mobilità a zero emissioni e per farlo è doveroso coinvolgere tutte le categorie di veicoli, dalle più piccole automobili ai veicoli commerciali pesanti.

La Famiglia Agnelli investe 250 milioni di dollari nella startup Nikola

Così CNH Industrial, una società del gruppo Exor della famiglia Agnelli, ha ufficializzato l’acquisto di una partecipazione strategica in Nikola, la startup statunitense specializzata nella progettazione di truck a idrogeno-elettrici.

CNH INDUSTRIAL INVESTE 250 MILIONI DI DOLLARI IN CAMION A ZERO EMISSIONI

Il Gruppo Exor nasce come una società di investimenti internazionali fondata dalla famiglia Agnelli già nel 1927. Inclusa in questo panorama è CNH Industrial, la compagnia di capital goods italo-statunitense, orientata verso la progettazione e produzione di macchine per l’agricoltura, l’industria e i veicoli pesanti.

Leggi anche: l’idrogeno può essere una soluzione per la mobilità del futuro?

“La crescente attenzione nel riconoscere che occorrono sostanziali riduzioni delle emissioni automotive sta portando il nostro settore a icercare rapidamente soluzioni tecnologiche all’avanguardia. La scelta di IVECO da parte di Nikola come partner strategico è la conferma della nostra eccellenza, riconosciuta a livello internazionale, nelle tecnologie per il trasporto pesante e le propulsioni alternative.”

Hubertus Mühlhäuser, CEO di CNH Industrial

Nella prospettiva di una mobilità green, attenta all’ambiente e alle emissioni, CNH Industrial ha annunciato un piano di investimenti di 250 milioni di dollari nella startup Nikola, la quale progetta e realizza viecoli di categoria Class 8 a idrogeno-elettrici negli Stati Uniti, da commercializzare sia nel Nord America che in Europa.

I VEICOLI NIKOLA: FUEL CELL A IDROGENO E BATTERIE ELETTRICHE

Nikola è una startup statunitense con sede a Phoenix (Arizona), prima in assoluto a produrre veicoli commerciali pesanti a zero emissioni. I truck di Nikola saranno alimentati da una teconologia proprietaria a fuel cell a idrogeno supportata da batterie elettriche.

Leggi anche: come funziona la tecnologia fuel cell?

Nikola Truck con tecnologia fuel cell a idrogeno e batterie elettriche

Il piano di business, inotre, prevede una formula di commercializzazione del tutto innovativa per il segmento dei veicoli commerciali pesanti, ovvero una modalità di leasing che include il veicolo, la manutenzione e il rifornimento.

“È finalmente giunto il momento di fornire una soluzione a zero emissioni per il mercato del veicolo commerciale pesante. Benché altri OEM credano che una soluzione a zero emissioni non possa realizzarsi nelle tempistiche indicate dagli organismi regolatori, Nikola, FPT Industrial e IVECO stanno dimostrando che questo orizzonte temporale non è irragionevole.”

Trevor Milton, CEO Nikola.

L’INVESTIMENTO DI CNH INDUSTRIAL

John Elkann, Presidente di Exor, ha annunciato che a partire dal 2021 CNH Industrial verrà scorporato, dividendo le attività in off-Highway (che comprenderà Case Ih, New Holland agriculture, Steyr, Case, New Holland Construction, Astra, Magirus, Iveco defence Vehicles) e on-Highway (che comprenderà Iveco, Iveco Bus, Heuliez bus e Fpt industrial).

Approfondisci: la situzione in Italia per le stazioni di rifornimento a idrogeno

Proprio questa seconda divisione, CNH Industrial ha annunciato l’investimento di 250 milioni di dollari nella startup Nikola, acquisendo una partecipazione strategica nel capitale della società.

Nikola TRE, il camio a idrogeno-elettrico

L’investimento, diviso in 100 milioni di dollari in cassa e 150 milioni di dollari in servizi, servirà ad accelerare la produzione di Nikola Two, mezzo pesante di tiopologia day-cab, e Nikola TRE, mezzo pesante a cabina avanzata conforme agli standard europei.

I RISULTATI

Il piano di investimenti necessario alla startup era stato stimato a 3 miliardi di dollari. Ad oggi Nikola prevede di raccogliere oltre un miliardo con il round D di sottoscrittori, attribuendo circa il 25% di quote di proprietà ai nuovi investitori, CNH Industrial inclusa.

In quest’ottica la startup Nikola riuscirà a portare a termine l’industrializzazione dei veicoli commerciali pesanti con tecnologia fuel cell, destinati sia al mercato Americano, sia a quello Europeo.

Leggi anche: in Italia parte la realizzazione di distributori a idrogeno

L’alimentazione fuel cell a idrogeno, abbinata a una batteria elettrica, si presenta come una soluzione più che efficiente per la mobilità, rispetto ai motori tradizionali alimentati a GLN (gas naturale liquefatto), poiché è disponibile dalla già esistente rete di rifornimento, potendo produrre l’idrogeno in loco.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia