27 Agosto 2018

Ferrari 488 Pista Spider, alla “scoperta” delle prestazioni

È un legame più stretto di altri, quello tra le spider Ferrari e gli USA, basti pensare alle specialissime Superamerica succedutesi nel corso dei decenni. Così, Ferrari 488 Pista Spider trova nel Concorso di Pebble Beach il teatro ideale per raccontare una storia con sfumature diverse dalle tinte forti di 488 Pista, che restano sotto altre forme. Entrambe sono accomunate da prestazioni estreme, figlie del know how sviluppato nelle corse, con Ferrari 488 GTE, Pista Spider declina l’esuberanza del V8 stradale più potente di sempre a Maranello in variante scoperta, all’occorrenza coupé.

Ferrari 488 Pista Spider

FERRARI 488 PISTA, 50 DI QUESTE SPIDER

I più attenti ricorderanno la livrea che contraddistinse la 488 Pista al debutto, rossa con la banda bianca e blu, omaggio alla NART di Luigi Chinetti. Già allora un richiamo al rapporto con in mercato USA, essendo NART l’acronimo di North American Racing Team, braccio nelle corse Oltreoceano – nonché primo importatore ufficiale Ferrari sin dagli anni Cinquanta -. Numero 50 che ricorre, essendo la Pista Spider il cinquantesimo modello scoperto negli oltre 70 anni di storia Ferrari.

Leggi anche: Ferrari Portofino, spider-coupé da 600 cavalli

Caratteristiche di Ferrari 488 Pista Spider

PESO, 488 PISTA SPIDER PAGA 100 KG

Resta elemento distintivo dello stile della Spider, la banda centrale a larghezza variabile, nasce dall’S-Duct e corre fino alla coda di rondine dell’ala posteriore. La cura aerodinamica è l’elemento chiave dei progetti Pista, coupé e Spider. Ottimizzazione seguita dalla riduzione delle masse, 90 kg portano a 1.280 kg il peso della coupé mentre su Ferrari 488 Pista Spider troviamo un dato di 1.380 kg. Tra irrigidimenti strutturali e meccanismo di apertura e chiusura del tetto rigido, l’aggravio di peso è naturale e, tuttavia, consente un rapporto peso-potenza di 1,92 kg/cavallo, il migliore di sempre su una Ferrari spider.

Leggi anche: Le 5 supercar in arrivo nei prossimi mesi

Peso di Ferrari 488 Pista Spider

Si tratta del valore più basso possibile, ottenuto ricorrendo a elementi opzionali di alleggerimento, come i cerchi in lega in fibra di carbonio, del 20% più leggeri rispetto alla specifica forgiata da 20 pollici e con trattamento diamantato. Design specifico per la Serie Speciale 488 Pista Spider.

INTERNI DI FERRARI 488 PISTA SPIDER, ESSENZA DA CORSA

L’aria da corsa si respira nell’abitacolo guardando in basso, niente tappetini in moquette, spazio a un più essenziale, leggero e racing pavimento in alluminio mandorlato; cambia anche la maniglia sulla portiera lato guida, sostituita dalla fibbia, ennesimo dettaglio da GT da pista. La fibra di carbonio a profusione, l’Alcantara, sono altri particolari che danno forma agli interni di 488 Pista Spider.

Interni di Ferrari 488 Pista Spider

PRESTAZIONI, SFIDA SUI DECIMI

Nonostante la massa superiore, le prestazioni velocistiche copiano in esercizi specifici i valori della versione coupé, cedendo 4 decimi sul tempo in accelerazione da 0 a 200 km/h, con 488 Pista Spider a chiudere in 8 secondi netti. Invariato lo 0-100 km/h completato in 2,85 secondi e la velocità di punta a 340 km/h.

Prestazioni di Ferrari 488 Pista Spider

La spinta del motore V8 3.9 litri twin turbo traghetta la cinquantesima Ferrari Spider della storia ai 720 cavalli e 770 Nm, numeri la cui gestione passa dall’elettronica evoluta a controllo della dinamica di marcia, con il Ferrari Dynamic Enhancer. Spider che permetterà un ascolto ancor più puro delle note suonate dall’orchestra V8 agli 8.000 giri/min del contagiri.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia