Fiat E-Ducato, furgone e autocarro avanti con l’elettrico

L'offerta green di Fiat Professional affianca Ducato elettrico alla proposta Natural Power. Furgone e autocarro, due opzioni di batteria e un'autonomia tra i 220 e i 360 km

Dal prototipo al progetto ultimato corrono 12 mesi di dati raccolti, analisi sull’utilizzo della gamma Fiat Professional su strada, indicazioni utili per concludere lo sviluppo di Fiat E-Ducato. È l’idea del furgone e dell’autocarro alimentati a batteria, un elettrico che sarà anche trasporto passeggeri con le varianti Combi e Panorama, sul mercato dal 2021.

Fiat E-Ducato elettrico

FIAT E-DUCATO

Nei prossimi mesi verrà aperta la raccolta ordini sui mille volti del Fiat Ducato elettrico, declinato in allestimento furgone con 3 differenti lunghezze e altezze, combinazioni che possono arrivare a generare 24 versioni e un volume utile di carico tra i 10 e i 17 metri cubi, rispettivamente nella proposta da 5,41 metri di lunghezza (3,45 mt di passo) e 6,36 metri su 4,03 di passo.

Approfondisci: Alla guida del rinnovato Ducato 2020, il test

La portata arriva a 1.950 kg, mentre il peso lordo è di 3,5 o 4,25 tonnellate. Valori uguali alla specifica autocarro, declinata in 4 lunghezze e 14 versioni.

BATTERIA E AUTONOMIA DI DUCATO ELETTRICO

L’esteriorità del Fiat E-Ducato è unica nel nuovo logo scelto da Fiat Professional, identifica un sistema con motore elettrico da 122 cavalli e 280 Nm, dalla velocità limitata a 100 km/h e un’autonomia dichiarata in 220 km per la proposta con batteria da 47 kWh, fino a 360 km per E-Ducato 79 kWh. Valori rilevati nel ciclo Nedc, garantiti da un pacco batterie con moduli in parallelo, grazie al quale è possibile il funzionamento anche nel caso di guasto a un singolo modulo (3 compongono la batteria da 47 kWh, 5 nel caso della 79 kWh).

IL CONTROLLO DELLA FLOTTA DA REMOTO

Connettività Fiat E-Ducato

Di pari passo con una proposta ecologica che trasferisce il concetto del TCO in TCM, il più ampio concetto di Costo totale della mobilità, vanno i servizi connessi firmate Mopar. In particolare sono le funzioni My:Fleet Manager e My:eCharge a svettare tra tutte. La prima consente con una soluzione firmata da Targa Telematics di controllare la flotta, gestire la manutenzione, garantire l’assistenza, il tutto con una piattaforma web dedicata e la possibilità di controllo via app. My:eCharge consente le operazioni di ricarica, il pagamento, il monitoraggio di tutte le operazioni svolte presso stazioni pubbliche e la possibilità di farlo anche sui punti di ricarica privati.

TEMPI DI RICARICA DI FIAT E-DUCATO

Ecco, il capitolo dei tempi di ricarica. Fiat Professional dota E-Ducato di un “cavo intelligente”, utilizzabile tanto per la ricarica da postazioni a corrente alternata che a corrente continua. Con un punto di ricarica AC 7 kW servono 7 ore e 50 per la carica completa della batteria da 47 kWh; diventano 4 ore e 50 con una postazione AC 11 kW (8 ore e 5 minuti nel caso di E-Ducato 79 kWh).

Leggi anche: 5 novità EV in arrivo nel 2020 tra i veicoli commerciali

Da una postazione di tipo AC a 22 kW i tempi di riducono a 2 ore e 25 minuti per il 100% della carica dei 47 kWh, 4 ore e 5 sulla batteria da 79 kWh. Infine, i dati relativi alla ricarica dalle postazioni veloci a 50 kW, del tipo a corrente continua (DC) – quindi l’energia non passa dal caricatore di bordo del Ducato ma va direttamente al pacco batterie –, dicono di 50 minuti (47 kWh) e meno di un’ora e mezza (79 kWh) per un valore dell’80%.

Ricarica Fiat Ducato elettrico

L’ansia da autonomia è attenuata dalla previsione della Modalità Turtle, un programma di guida che avvisa il guidatore quando la carica della batteria è prossima allo 0% – indicata dalla strumentazione – e riduce drasticamente le prestazioni per estendere il chilometraggio residuo.

Ricarica della batteria che, com’è noto sui veicoli elettrici, avviene anche in marcia grazie al recupero energetico durante il rallentamento: sollevando il piede dall’acceleratore il sistema attua un effetto frenante e di generazione d’energia per la batteria: l’E-Braking.

Dall’unità di controllo del sistema elettrico, il driver può selezionare la modalità di guida Normal, Eco o Power, ciascuna con prestazioni differenziate, ritagliate in chiave più o meno incisiva sulla riduzione dei consumi.

ADAS, DUCATO ELETTRICO HA IL NECESSARIO

Versioni DUcato elettrico

L’affinamento di Fiat E-Ducato è passato dall’analisi negli ultimi 12 mesi dell’impiego della flotta Fiat Professional, 28 mila mezzi con motore termico, dei quali si è registrato il chilometraggio, la spesa carburante, la tipologia di modelli impiegati per le consegne, le temperature d’esercizio e l’utilizzo del mezzo.

Dati funzionali a creare un progetto Ducato elettrico mirato sulle esigenze delle aziende. Quanto alle dotazioni di sicurezza, gli Adas sono nella frenata autonoma d’emergenza, il Blind Spot Monitor, il monitoraggio anticollisione durante le manovre in retromarcia, il riconoscimento della segnaletica stradale, l’assistente anti-abbandono della corsia di marcia e l’automatismo di conversione tra fari abbaglianti e anabbaglianti.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia