Fiat Fullback: consegnato il primo esemplare alla Polizia Scientifica
 

Fiat Fullback: sulla scena del crimine insieme alla Polizia Scientifica


Quella tra Fiat Professional, e più in generale il Gruppo FCA, e la Polizia di Stato è molto più di una semplice partnership. Lo ha dimostrato, ieri sera, la consegna del primo di una flotta di 15 Fiat Fullback realizzati “su misura” per la Polizia Scientifica, per la quale FCA ha anche ideato un nuovo logo.

Approfondisci: Fiat Fullback eletto “Pick-up” dell’anno 2017

Fiat Fullback

La cerimonia di consegna si è svolta a Roma, nella suggestiva struttura “La Lanterna”, situata nel cuore della Capitale. Presenti il capo della Polizia, Franco Gabrielli, il direttore centrale anticrimine della Polizia di Stato, Vittorio Rizzi e, in rappresentanza di FCA, il chief operating officer della regione Emea, Alfredo Altavilla.

FIAT FULLBACK

Il nuovo pick-up è il frutto di un anno di lavoro condiviso tra FCA e Polizia Scientifica. Primo di una flotta di 15, sarà utilizzato per i sopralluoghi più complessi su tutto il territorio italiano. Robusto e affidabile, è infatti in grado di svolgere qualunque tipo di missione e di muoversi agilmente, anche a pieno carico, sui terreni più impervi.

Equipaggiato con il brillante motore turbodiesel in alluminio da 2,4 litri (150 Cv 3 380 Nm di coppia), ha 4 ruote motrici, una capacità di carico superiore a 1 tonnellata e può trainare più di 3 tonnellate. Fiat Fullback, lanciato meno di 12 mesi fa, nasce da una collaborazione con Mitsubishi e si colloca in un segmento che, in Europa, sta registrando una forte crescita.

“Il segmento dei pick-up, in Europa, cresce del +60% e vale oggi 180mila auto. L’Italia è l’unico Paese europeo a penalizzare i pick-up che, essendo omologati N1 veicoli per trasporto merci, non possono essere guidati da artigiani e operai nel tempo libero. Se si superassero questi limiti legislativi, il comparto crescerebbe anche qui”.

Alfredo Altavilla, chief operating officer della regione Emea di FCA

Leggi Anche: veicoli commerciali leggeri, l’avanzata dei pick-up premium

ALLESTIMENTO SU MISURA

Ogni dettaglio dei Fiat Fullback realizzati per la Polizia è studiato per intervenire con prontezza sulla scena del crimine: dalla “doppia cabina”, con la livrea azzurra della Polizia di Stato, agli alloggiamenti per il trasporto delle attrezzature e dei materiali necessari ai rilievi. Ma anche il contenitore frigo, per la custodia dei reperti, e un gazebo da montare rapidamente in fase di sopralluogo.

Fiat Fullback

Sul fronte tecnologico, tra l’altro, Fiat Fullback monta il sistema Mercurio per la consultazione delle banche dati, la tecnologia LTE per trasmettere immagini in sala operativa e la radio Selex. Il pick-up dispone di una cellula posteriore applicata al posto del cassone di carico.

Presenti, inoltre, ampie porte laterali con apertura “a gabbiano” e parte inferiore basculante, che contiene un set completo di scaffalature, ripiani e cassettiere.

UN LEGAME SOLIDO

Fiat Fullback non è che l’ultimo esemplare di un rapporto di lunga data tra Fiat e Fiat Professional e Polizia di Stato. Già le Prefetture e le Questure, tra il 2016 e il 2017, avevano adottato la Fiat Tipo 5 Porte, i Commissariati Fiat Panda 4×4 e Fiat Punto. Le Unità Cinofili avevano optato per Scudo e Doblò Cargo, affidandosi al Ducato per il trasporto di uomini e merci.

Senza dimenticare, tra le altre vetture del Gruppo scelte dalla Polizia, le potenti Alfa Romeo Giulia e Giulietta e il Suv Jeep Renegade.

Related Posts

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*