30 Maggio 2013

Fiscalità: in Italia l’automobile è sempre più “vessata”

Quando si parla di noleggio a lungo termine e, in generale, di auto aziendali, la fiscalità è il tema più scottante. Lo ha ribadito a chiare lettere Paolo Ghinolfi, presidente di Aniasa, in occasione della presentazione dell’ultimo Rapporto dell’associazione dell’autonoleggio . Ed effettivamente l’Italia, in tema di deducibilità dei costi, è il Paese nel quale l’universo delle vetture “corporate” è più colpito.

UN TREND IN CONTINUO PEGGIORAMENTO – La tabella sottostante evidenzia che, nonostante le continue richieste delle associazioni di settore, la deducibilità dei costi continua a diminuire: come sappiamo, per le vetture ad uso aziendale – compresi i professionisti -,  siamo passati dal 40% del 2012 al 20% di oggi. Anche per le autovetture ad uso promiscuo la percentuale è passata dal 90% al 70% in seguito alla riforma Fornero.

 

Tipologia di   utilizzo

Regime in vigore   nel 2012

Riforma   Fornero

Legge   di Stabilità

Autovettura in uso promiscuo ai dipendenti

 

90%

 

70%

 

70%

Autovettura ad uso aziendale

40%

27,5%

20%

Professionisti

40%

27,5%

20%

Agenti e rappresentanti

80%

80%

80%

Fonte: elaborazione ANIASA

UNA PENALIZZAZIONE CONCRETA – Risultato? Come si evince qui sotto dall’impietoso confronto con gli altri Paesi europei, l’Italia è fanalino di coda, con un limite di deducibilità fissato a 18.076 euro (limite che in Germania e in Spagna non esiste), una quota ammortizzabile del 20%, contro il 100% degli altri Stati e un costo ammortizzabile, di conseguenza, di soli 3.600 euro. A questo si aggiunge, la detraibilità dell’IVA, che solo nel nostro Paese è al 40%, mentre nel resto d’Europa è al 100%.

 

Paesi

Deducibilità  

Quota   ammortizzabile

Costo   ammortizzabile

Detraibilità   IVA

Italia

18.076

20%

3.600

40%

Francia

18.300

100%

18.300

100%

Germania

illimitata

100%

illimitato

100%

Gran Bretagna

18.200

100%

18.200

100%

Spagna

illimitata

100%

illimitato

100%

Fonte: UNRAE

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia