Nuova Audi A4, l’icona della Casa dei quattro anelli

Diversamente da quanto potrebbe sembrare, la nuova generazione dell’Audi A4 è un modello di svolta. Una rivoluzione sotto la pelle per il modello di punta delle flotte aziendali Audi. Ben fatta come sempre fuori e dentro, si muove nel segno del progresso attento alla tradizione. Equilibrio, compostezza e razionalità riassumono con efficacia l’esperienza di guida. Basta sedersi al volante e trovarsi a tu per tu con il “virtual cockpit” per rendersi conto dei passi avanti.

VIDEO: INTERVISTA A FABRIZIO LONGO, DIRETTORE DI AUDI ITALIA

MISURE – Nella versione berlina la nuova A4 è lunga 4,73 metri (25 millimetri in più del modello precedente), larga 1,84 metri (+16 millimetri), mentre l’altezza è rimasta invariata (1,43 metri). Il passo è stato allungato a 2,82 metri (+12 millimetri). Rispetto alla berlina, la station wagon è sette millimetri più alta, tutti le altre misure sono identiche. Cresce lo spazio all’interno: abitacolo più lungo di 17 millimetri, con 23 millimetri in più per le gambe dei passeggeri posteriori. La A4 Avant offre un bagagliaio con una capienza variabile tra 505 e 1.510 litri (ripiegando lo schienale del divanetto posteriore). A richiesta, il comando gestuale per l’apertura del bagagliaio. Un sensore di avvicinamento, integrato nel paraurti posteriore, reagisce a un movimento della gamba simile a un calcio. Non appena viene riconosciuta la chiave, il cofano si sblocca e si apre automaticamente. Una comodità in più per le flotte aziendali Audi.

IL MOTORE PER LE FLOTTE – La nuova Audi A4 promette una riduzione dei consumi che raggiunge su alcuni modelli il 21%, mentre la potenza dei propulsori Euro 6 è salita fino al 25%. Totalmente rivista la gamma: tre propulsori TFSI (a benzina) e quattro TDI (diesel), con potenze da 150 CV a 272 CV. Per l’additivo AdBlue, oltre al serbatoio standard da 12 litri, in opzione è disponibile quello da 24 litri. Di serie il sistema Start&Stop ottimizzato. Al cambio manuale a sei marce è affiancato l’automatico a doppia frizione a sette marce S Tronic (ora anche per le trazioni anteriori), mentre il Tiptronic a otto marce è un’esclusiva della V6 3.0 TDI 272 CV. Il motore più adatto alla clientela aziendale è il 2.0 TDI, offerto in due livelli di potenza da 150 e 190 CV. I due propulsori 2.0 TDI sono disponibili anche nelle versioni speciali Ultra ad alta efficienza, grazie ad interventi su peso, assetto e utilizzo di pneumatici a bassa resistenza al rotolamento. Il lancio della nuova Audi A4 è previsto a metà novembre. In un secondo tempo arriverà anche il diesel entry level 2.0 TDI 122 CV, mentre la versione con alimentazione a metano (g-tron) esordirà a metà autunno del 2016 (solo sulla Avant).

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia