Car Sharing: flotte aziendali sempre più interessate

Le flotte aziendali sono interessate al car sharing? La risposta è sì e lo dimostra un’indagine condotta recentemente da Deloitte ed effettuata attraverso 700 interviste: il 13% del panel era costituito proprio da Fleet Manager, che hanno espresso la loro apertura all’utilizzo dell’auto condivisa.

UN SERVIZIO INTEGRATO All’interno delle risposte raccolte da Deloitte e fornite dalle flotte aziendali, emerge un dato particolarmente significativo: circa il 30% dei Fleet Manager ha dichiarato che il car sharing potrebbe consentire di ridurre le auto a noleggio, ma, allo stesso tempo, gli addetti ai lavori ritengono importante che sia la stessa società di noleggio a offrire il car sharing. Dunque, i noleggiatori, attraverso il car sharing, hanno l’opportunità di offrire un servizio sempre più integrato.

AZIENDE E PRIVATI – Sia le flotte aziendali che i privati mostrano grande interesse nei confronti del car sharing: il 30% delle aziende lo apprezza in ottica di saving, ma è significativo soprattutto il fatto che il 64% dei clienti privati è informato e interessato all’utilizzo dell’auto in condivisione. In particolare, la cosiddetta generazione Y, ovvero i giovani dai 14 ai 32 anni, viene conquistata dalla formula dell’accesso che sostituisce il “possesso”:

IL COMMENTO – “Non è tanto importante che auto si mette a disposizione, quanto la semplicità di accesso e la flessibilità in termini di servizio offerto” sottolinea Marco Martina, partner di Deloitte.  In coerenza con quanto emerso da recenti indagini Deloitte, da cui si evince con chiarezza come le nuove generazioni siano più interessate alla customer experience che alla macchina. “C’è un’esigenza di mobilità legata ai privilegi dell’utilizzo, che si aspettano i giovani, mentre i più maturi – pensiamo ai manager – vedono la variabile del tempo come nodale. Questo significa che se risparmio tempo usando un servizio di car sharing rispetto ad un taxi, allora ne traggo un vantaggio”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia