Mitsubishi: “Entro il 2020 il 40% delle produzione sarà ibrida”

Piccole e medie imprese e tecnologia ibrida: su questo puntano le flotte aziendali Mitsubishi. Ne abbiamo parlato all’autodromo di Vellelunga in occasione del Fleet Motor Day con Giovanni Negro, responsabile fleet di Mitsubishi Italia.

VIDEO: GIOVANNI NEGRO, MITSUBISHI ITALIA

LA GAMMA – La Casa giapponese è presente all’evento dedicato ai Fleet Manager con l’intera sua gamma prodotto. Spiega Negro: “Mitsubishi è forte nelle flotte soprattutto nelle forniture multiple per veicoli specialistici con L200 Pajero. Ora abbiamo un piano specifico per portare la nostra gamma prodotti anche sulle aziende con parco medio-piccolo, abbiamo capito che alcuni nostri prodotti sono molto interessanti. I punti di forza sono Space Star, la piccola di casa, che è la vettura a benzina sul mercato italiano con le minori emissioni: 92 grammi CO2 per chilometro. Asx in versione diesel a 2 o 4 ruote motrici e la regina, la Outlander”.

OUTLANDER IBRIDA – Il suv ibrido di Mitsubishi è pensato con tre modalità d’uso ben precise: a impatto zero, con un’autonomia di 52 chilometri; Ibrido Seriale, il motore benzina 2 litri da 121 cavalli funziona da generatore di elettricità per le unità elettriche quando la carica residua delle batterie non è sufficiente per proseguire la marcia in modalità EV, oppure, quando si richiede maggior potenza all’intero sistema e Ibrido Parallelo, che è quella pensata per le andature autostradali, dove i benefici di un sistema elettrico si azzerano. “La plug in ibrida riscontra un grande interesse tra le aziende, che hanno capito che può dare una grossa mano a contenere il Tco”, commenta Giovanni Negro.

NUOVI ARRIVI – Il futuro di Mitsubishi è nell’ibrido, con Outlander ma anche con con Pajero PHEV e ASX PHEV. “Entro il 2020 il 40% delle produzione sarà plug in ibrido”, profetizza il fleet manager.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia