Flotte Q8: focus sulla sicurezza e un’offerta Tailor-Made

La sicurezza è senza dubbio l’aspetto che maggiormente caratterizza le flotte Q8.

flotte Q8, attenzione sulla sicurezza

Kuwait Petroleum Italia SpA, affiliata italiana della multinazionale petrolifera Kuwait Petroleum International, nota in tutto il mondo per il marchio Q8, può contare su un parco di oltre 300 vetture dei principali marchi, tutte acquisite attraverso il canale del noleggio a lungo termine, con equipaggiamenti in grado di assicurare protezione a chi, per lavoro, è costretto a macinare chilometri su chilometri.

“Le nostre auto sono tutte 5 stelle EuroNCAP – sottolinea Francesco Ciarniello, distribution manager e responsabile della gestione del parco auto – e posseggono importanti optional di sicurezza come, per esempio, la gommatura invernale piuttosto che il vivavoce, per evitare che i driver si possano distrarre al telefono mentre sono al volante. Tutti dispositivi che reputiamo necessari per un rapporto tra l’utilizzatore e la vettura il più ‘amichevole’ e sicuro possibile”.

FLOTTE Q8: LA CAR POLICY

“La nostra car policy – aggiunge Ilaria Liotta, collaboratrice di Ciarniello per la gestione delle flotte Q8 – prevede diverse categorie di assegnatari: gli addetti commerciali, i cosiddetti assistenti di rete, a cui sono destinate vetture del segmento D; i loro supervisori, ossia i responsabili area, con vetture del segmento C; i manager, muniti di auto del segmento B; direttori e consiglieri di amministrazione nonché presidente, che invece occupano la fascia più alta”.

Per quanto riguarda la car list, è stata presa un’importante decisione. “Non si tratta di un downgrading – precisa Ciarniello -, perché anche in questi anni un po’ più difficili le nostre auto sono sempre rimaste del medesimo livello qualitativo. Quello che abbiamo fatto è, invece, ridurre il numero delle vetture che i nostri collaboratori possono scegliere: da 8 fino a 4 per gli impiegati e a 5 per i quadri e capi area”.

APPROFONDISCI: tutti i vantaggi della Cartissima Q8 Business

CONTRATTI SU MISURA

Abbandonata la gestione della flotta di proprietà, oggi Kuwait Petroleum Italia si rivolge al noleggio a lungo termine, affidando ogni anno la fornitura delle auto alla società vincitrice di una gara aperta ai principali player del mercato.

E anche il contratto di noleggio si rivela un prezioso strumento per il controllo e il contenimento della spesa. “Noi finora non ci siamo attenuti al contratto standard del noleggio a lungo termine – spiega Ilaria Liotta -, ma definiamo un contratto tailor-made in base alle percorrenze di ogni singolo utilizzatore: abbiamo creato una matrice nella quale vengono rappresentate la durata del noleggio, da 12 a 48 mesi, e il chilometraggio, da un minimo di 40mila fino a un massimo di 160mila km. Di conseguenza, a seconda dell’accoppiata tempo/chilometraggio di ciascun collaboratore, siamo in grado di individuare la vettura all’interno di questa matrice”.

Uno strumento, questo, che genera alle flotte Q8 numerosi vantaggi economici, come sottolinea la stessa Liotta: “Ci permette di configurare meglio il rapporto commerciale con la società di Nlt e ci aiuta anche a ottimizzare le spese legate alla flotta, senza rischi di penale o pagamenti in eccesso per chilometraggio aggiuntivo.

In altre parole, ci consente di avere sempre un occhio attento a dove stiamo andando e alle spese che stiamo affrontando”.

FLOTTE Q8: FOCUS SU SAVING E GREEN

Altro capitolo importante, pienamente inserito nella strategia generale di Kuwait Petroleum Italia, è la scelta delle motorizzazioni. “Tutte le vetture – puntualizza Ciarniello – sono diesel. Negli ultimi 10 anni abbiamo seguito con molta attenzione l’evoluzione del mercato automobilistico, operando una riduzione delle cilindrate e un aumento dei cavalli che ci ha consentito di ottimizzare consumi, prestazioni ed emissioni, con grande soddisfazione dei nostri driver.

Oggi abbiamo motorizzazioni che vanno dal 1600 120 Cv, per gli assistenti di rete, al 2000 160 Cv di funzionari e quadri, per poi superare i 2000 nel caso dei dirigenti”. Un vero e proprio piano di riduzione delle emissioni ancora non è stato definito, sebbene la scelta di vetture di ultima generazione stia di fatto a significare la spiccata sensibilità di Kuwait Petroleum Italia sul tema.

“Non partiamo dalle emissioni per arrivare alla scelta delle auto – conclude Ciarniello – ma scegliamo delle vetture che, da un punto di vista qualitativo, sono così al top della gamma da permettere la riduzione delle emissioni di CO2”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia