Ford E-Transit, elettrico e servizi connessi per flotte al top dell’efficienza

Portata e versatilità di sempre con la novità dell'elettrico. Ford E-Transit risulta cruciale per la strategia carbon neutral del marchio: le consegne dell'ultimo miglio dovranno essere full electric. Tante le soluzioni utili per il controllo della flotta e un abbattimento del TCO

Nel piano di 11 miliardi di dollari di investimenti che Ford ha in programma per l’elettrificazione, arriva un importante tassello full electric per un veicolo commerciale leggero di riferimento sul mercato europeo: Ford E-Transit. La variante elettrica a batteria arriverà in Europa a inizio 2022, già dal 2021 però saranno proposte flotte di veicoli in prova su alcuni mercati principali del Vecchio Continente.

Nuovo Ford E-Transit 2022

FORD E-TRANSIT

Dove la strategia di elettrificazione registra le recentissime introduzioni, fronte veicoli passeggeri, di Ford Kuga Hybrid e, prossimamente, l’estensione a S-Max e Galaxy, sul versante elettrico, dopo il pick-up F-150 (scopri le novità del progetto per gli USA) e Mustang Mach-E, tocca a un compagno di lavoro cruciale per la distribuzione nell’ultimo miglio. L’elettrificazione a zero emissioni per Ford è fondamentale in tale settore per centrare l’obiettivo di una neutralità carboniosa al 2050.

Così, Ford Transit elettrico rivela le caratteristiche del furgone più potente sul mercato europeo, con i suoi 269 cavalli di picco e 430 Nm, alimentato da una batteria da 67 kWh che garantirà 350 km di autonomia nel ciclo WLTP, secondo le previsioni Ford.

PRO POWER ONBOARD, E-TRANSIT DIVENTA UNA CENTRALE

Una prima volta europea tra i LCV è rappresentata dal Pro Power Onboard, ovvero, la possibilità di Ford E-Transit di alimentare utensili e sistemi fino a 2,3 kW di potenza complessiva: il furgone diventa una vera e propria centrale energetica per lavori in aree prive di energia elettrica.

Uscita di Ford Transit elettrico

CAPACITÀ DI CARICO DI FORD E-TRANSIT

Conserva la versatilità di configurazione nota sulla gamma con motori termici, Ford E-Transit: i 15,1 metri cubi di volume interno replicano il dato del Transit diesel due ruote motrici. Quanto alla portata utile, invece, si spazia dai 1.616 kg del furgone ai 1.967 della versione pianale con cabina. Complessivamente andranno sul mercato 25 differenti varianti, con tre differenti lunghezze e due diverse altezze, per valori di massa complessiva compresi tra le 3,5 e le 4,25 tonnellate.

Leggi anche: I nuovi veicoli commerciali in arrivo nel 2021

TCO E-TRANSIT PIÙ BASSO DEL 40%

In ottica flotte, le indicazioni rivelate da Ford dicono di una manutenzione ridotta, a intervalli annuali e senza limiti di chilometraggio, con un risparmio sul TCO pari al 40% se confrontato con Ford Transit diesel. Scansione del programma di manutenzione ordinaria presentato come riferimento nel settore di appartenenza.

SYNC4 E FLOTTA CONNESSA MOLTIPLICANO L’EFFICIENZA

A bordo non sale solo il motogeneratore elettrico e una batteria in grado di coprire circa 3 volte la percorrenza media giornaliera guidata da una flotta termica equivalente. Con il SYNC4 e il FordPass Connect di serie è possibile ottimizzare la gestione della flotta attraverso dati specifici sull’utilizzo del van e ricavarne un’efficienza superiore.

SYNC 4 Ford E-Transit

I servizi di gestione della flotta Ford Telematics consentiranno il monitoraggio dei veicoli in tempo reale con il coaching del driver, l’assistenza sul come guidare in modo ottimale per l’efficienza; in aggiunta, la possibilità per i fleet manager di verifiche e report storici, attraverso una app o interfaccia web. Tra gli alert inclusi, la notifica ai gestori flotte di un utilizzo del veicolo non autorizzato, trainato, danneggiato mentre parcheggiato, il tutto con il posizionamento GPS disponibile anche a mezzo spento.

Approfondisci: Le soluzioni di gestione flotta Ford Fleet Management

Non mancano poi funzioni di infotainment prettamente di stampo automobilistico, come l’aggiornamento del sistema over-the-air e delle mappe del navigatore (con scambio dati via cloud), oppure i comandi vocali.

RICARICA DI FORD TRANSIT ELETTRICO

Detto della garanzia di 8 anni o 160 mila chilometri sulla batteria, le operazioni di ricarica passano da un caricatore di bordo da 11,3 kW per i collegamenti da prese a corrente alternata trifase, in azienda basteranno 8 ore e 20 minuti per il 100% della carica, mentre su strada, da colonnine veloci a corrente continua, da 115 kW, in appena 34 minuti si passa da uno stato di carica del 15% all’80%. La pianificazione della ricarica è una delle possibilità collegate al controllo vi app, insieme alla climatizzazione della cabina quando E-Transit è in fase di ricarica, così da non erodere l’energia del pacco batterie.

Ricarica di Ford E-Transit

Tra le modalità di guida, poi, in chiave di massima efficienza, la Eco Mode assicura un incremento dell’autonomia residua tra l’8% e il 10% a furgone vuoto.

Leggi anche: Veicoli commerciali e noleggio, le cose da sapere

Uno sguardo ai sistemi di assistenza e sicurezza, poi, dice della dotazione di Adas come il riconoscimento della segnaletica, il limitatore di velocità intelligente, il cruise control adattivo intelligente, la copertura a 360 gradi con camere e funzione Reverse Brake Assist (anticollisione nelle manovre in retromarcia), fino all’avviso al superamento involontario di corsia: tecnologie di derivazione automobilistica estese al settore LCV.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia