4 Settembre 2019

Ford Focus Active, l’altro modo di essere crossover

5 porte e wagon sperimentano un assetto rialzato da terra, dettagli di stile differenziati e un’elettronica che aiuta la motricità su fondi a bassa aderenza. Active porta Focus in un territorio inedito per il modello, aumentandone la versatilità d’impiego

Crossover, lo è  percorrendo una strada alternativa alle formule dalla carrozzeria tendente al SUV.  Una posizione di guida un po’ più alta, la dinamica da berlina compatta invariata – con i vantaggi sulle masse e il baricentro – e il plus di un’altezza da terra incrementata quanto basta per muoversi su fondi a bassa aderenza.

Ford Focus Active

FOCUS ACTIVE, IL BELLO DI FOCUS DA UNA PROSPETTIVA DIVERSA

Ford Focus Active esplora così la via alternativa al crossover. Lo fa con entrambe le tipologie di carrozzeria, berlina e wagon, di un progetto nato su piattaforma C2, tutta nuova per caratteristiche di rigidità e incremento delle doti dinamiche.

Come cambi, Active, è immediato nelle soluzioni di stile. L’essenza, però, della trasformazione è invisibile.

TECNICA DEDICATA TRA SOSPENSIONI ED ELETTRONICA

Sospensioni di Ford Focus Active

Lo schema di Focus Active Wagon prevede la presenza di sospensioni con geometrie specifiche, nell’assale posteriore con sospensioni a quattro leve, su un telaio supplementare, e bracci trasversali a lunghezza differenziata tra elementi superiori e inferiori. In soldoni, è una scelta tecnica che privilegia il comportamento dinamico in curva, con un appoggio migliore.

Per abbinare tali caratteristiche con un ideale isolamento delle asperità, i tecnici Ford abbinano boccole realizzate in materiali compositi e in grado di offrire valori di rigidità differenziati in funzione della tipologia di sollecitazione. La “direzione” delle forze, verticali o longitudinali, varia il dato di rigidità.

C’è altro, nella variante Active wagon. Il differente posizionamento degli ammortizzatori rispetto alla berlina, a vantaggio di una maggiore ampiezza del pavimento di carico nel bagagliaio (375 litri il volume utile della berlina, 608 litri per la wagon) e garanzia di una dinamica di marcia adeguata anche a pieno carico.

LE MODALITÀ ACTIVE E TRAIL

Modalità di guida di Ford Focus Active

Il perfezionamento delle sospensioni è, insieme all’elettronica e alle modalità di guida Active e Trail, il cuore del progetto Focus Active. Molle, ammortizzatori e barre stabilizzatrici sono ritagliate sulle esigenze del modello, che propone un’altezza da terra 30 mm superiore sull’asse anteriore e 34 mm al posteriore.

Valori utili per superare sterrati soft, muoversi su fondi scivolosi, guadagnare un punto di vista leggermente rialzato. Anche le gomme adottano una misura ad hoc, dalla spalla più alta, particolare che consente un assorbimento superiore delle asperità su fondi non asfaltati: 215/55 R17 la “taglia”.

Assetto di Ford Focus Active

Diversa, Active, lo è anche per due modalità di guida dedicate, che affiancano le consuete Normal, Sport ed Eco. Regolazioni che incidono sulla risposta dell’acceleratore, la gestione del cambio automatico 8 marce – alternativo al manuale 6 rapporti -, il feeling del servosterzo elettronico e il funzionamento del cruise control adattivo con stop&go.

Active e Trail sono i parametri (mappature) di funzionamento dedicati, il primo pensato per muoversi su fondi scivolosi, il secondo  per scenari sconnessi e cedevoli. Il funzionamento dell’ESC e del controllo di trazione è, nel primo caso, tarato per esaltare la motricità su fondi a bassa aderenza, lo spunto da fermo su fango, ghiaia, erba, ghiaccio (resta imprescindibile una gommatura adeguata alle condizioni climatiche). Una diversa risposta dell’acceleratore fa sì che l’erogazione di coppia alle ruote sia molto più morbida.

In modalità Trail, invece, l’elettronica ammette un pattinamento superiore delle ruote e un diverso intervento del controllo di trazione e delll’ABS. Serve per muoversi su neve soffice, fondi sabbiosi, sui quali un pattinamento delle ruote è funzionale a scaricare i depositi tra i tasselli del battistrada e favorire nuova presa.

ADAS, UN COPILOTA A FIANCO

ADAS di Ford Focus Active

L’unicità dell’offerta Ford Focus Active è in queste scelte, integrate su un progetto dai punti di forza noti, ADAS compresi.

All’interno del Ford Co-Pilot, l’insieme delle tecnologie disponibili a bordo della Focus Active, si spazia  dall’assistenza alla guida del cruise control adattivo con funzione stop&go in abbinamento al cambio automatico, al riconoscimento della segnaletica e dei limiti di velocità, passando per il mantenimento del centro della corsia, l’assistente alle manovre di scarto di un ostacolo imprevisto, i fari adattivi di tipo predittivo e con riconoscimento della segnaletica, fino al dispositivo di parcheggio automatizzato.

INFOTAINMENT SYNC 3 E HOTSPOT PERSONALE

La modernità di Focus è, anche, nel portellone con apertura senza mani: gesture del piede a scorrere sotto il paraurti e si apre il baule.

A bordo, invece, il FordPass Connect è l’hotspot personale per condividere la connessione internet, via wifi, con 10 dispositivi. Abitacolo personalizzato nelle colorazioni dei rivestimenti in tessuto – in pelle su cambio e volante – con l’infotainment del SYNC 3 da 8 pollici cuore della multimedialità e della navigazione, oltre all’interfaccia di connessione con smartphone iOS e Android. Non manca lo spazio per la ricarica a induzione.

ECOBOOST ED ECOBLUE, IL MEGLIO DI FORD

Cambio automatico di Ford Focus Active

Tre le motorizzazioni presenti a listino per ciascuna variante di carrozzeria. L’EcoBoost da 1 litro è proposto nel livello di potenza 125 cavalli e 170 Nm, valori adeguati per accelerare in 10” sullo 0-100 km/h. I consumi sono dichiarati in 4,9 litri/100 km. Il cambio, manuale 6 marce o automatico 8 rapporti.

Stessa proposta di trasmissione per il diesel 1.5 litri EcoBlue, un 120 cavalli con una buona disponibilità di coppia, visti i 300 Nm, e dai consumi dichiarati in 4,3 litri/100 km (valori riferiti a Focus Active 5 porte automatica). L’alternativa 2 litri EcoBlue diesel 150 cavalli è proposta esclusivamente con cambio automatico, vanta 370 Nm di coppia, uno zero-cento orari da 9”3 e consumi pari a 4,5 litri/100 km nel misto.

CLICCA QUI PER LEGGERE GLI ALTRI CONTENUTI DEL NOSTRO SPECIALE FORD FOCUS ACTIVE

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia