Formula E: a Hong Kong sogna DS Techeetah, vince Venturi

L'ePrix numero 50 della storia della Formula E è denso di azione. Il finale premia Edoardo Mortara su Venturi. Polemiche per il contatto Bird-Lotterer

In Messico era stata volata a due. A Hong Kong, 50° ePrix nella storia della Formula E, il duello Bird-Lotterer si conclude con una coda polemica e un capovolgimento dell’esito scritto dalla pista.

Edoardo Mortara ePrix Hong Kong
© Formula E/LAT Images

EPRIX HONG KONG, FINALE AD ALTA TENSIONE

Vince Envision Virgin Racing con Sam Bird, ma il risultato scritto dopo 45 minuti e 1 giro di gara viene cancellato dalla decisione dei commissari, subito a esaminare l’incidente decisivo. Un ePrix controllato da DS Techeetah con André Lotterer, che approfitta di una sbavatura del pilota inglese in avvio di gara per prendersi il comando.

Lotterer DS Techeetah Formula E
© Formula E/LAT Images

Più efficiente il powertrain Audi di Virgin Racing, con maggior energia residua nelle battute finali dell’ePrix rispetto a DS Techeetah. Ma il tortuoso cittadino di Hong Kong – prima delle due tappe in terra cinese, la prossima a Sanya – non offre i centimetri necessari all’attacco di Bird.

Corrono gara a sé, nonostante le tre neutralizzazioni con safety car che ricompattano il gruppo. DS Techeetah ed Envision Virgin a scappar via ogni volta.

L’epilogo è ad alta tensione. Bird “bussa” un paio di volte su Lotterer, fino all’attacco finale che, però, si conclude con tamponamento e rottura del diffusore e della sospensione: foratura per Lotterer che, a poche curve dal traguardo, da leader della corsa si ritrova ultimo.

Bird, Mortara, Di Grassi. Virgin Racing, Venturi, Audi Sport. Così dirà, per poche ore, la pista.

Mortara, Di Grassi, Frijns. Venturi, Audi Sport, Virgin Racing. Così diranno, definitivamente, i commissari.

Bird penalizzato di 5” per la manovra su Lotterer arretra sesto, Edoardo Mortara da secondo diventa il vincitore dell’ePrix di Hong Kong. La Virgin Racing di Frijns trova il podio.

LA GARA DEGLI ALTRI

Vandoorne HWA Formula E
© Formula E/LAT Images

Non sono mancate le emozioni e i colpi di scena, come vuole questa stagione di Formula E. Hong Kong regala la prima pole position ad HWA con Stoffel Vandoorne, su una pista bagnata che si è trasformata in fondo asciutto e a tratti umido in gara. Brilla, ancora, Nissan e.dams, ma lo fa solo per alcuni tratti di gara.

Nissan Formula E Hong Kong
© Formula E/LAT Images

Oliver Rowland, in partenza, salta Vandoorne e dalla seconda posizione va a guidare la corsa. L’epilogo sarà, però, molto diverso. Testa della gara persa per un problema tecnico, poi sarà ritiro per entrambe le Nissan: prima Buemi, seguito da Rowland, autore di un errore di guida. Una toccata contro le barriere metterà fuori dai giochi anche la BMW di Sims, mentre Antonio Felix Da Costa non va oltre la decima posizione.

Da dimenticare la domenica di Mahindra. Qualifica conclusa a fondo schieramento, gara conclusa dopo 2 giri, per l’incidente innescato da Felipe Nasr. Tre macchine a sbarrare la pista, prima safety car e successiva interruzione con bandiera rossa.

Mahindra Formula E Hong Kong
© Formula E/LAT Images

MORTARA ANCORA LEONE IN ASIA

Dei due piloti a fare gara di testa abbiamo già detto. Subito dietro, Edoardo Mortara ha saputo scalare posizioni fino alla terza e, soprattutto, controllare agevolmente Lucas Di Grassi su Audi e-tron FE-05. Per il pilota italo-elvetico, Hong Kong si conferma pista amica, dopo un 2018 corso da protagonista, in lizza per la vittoria, prima di un errore a far sfumare ogni proposito.

LE CLASSIFICHE DI CAMPIONATO

Classifica campionato Formula E 2019
© Formula E/LAT Images

Il team Venturi e Mortara festeggiano il primo successo in Formula E, in una domenica completata dal quinto posto di Felipe Massa. Sam Bird, nonostante la penalizzazione, trova punti buoni per guadagnare la leadership di campionato, complice il ritiro di D’Ambrosio. Una classifica Piloti più che mai compatta e aperta. Deludente, ancora, l’esibizione di Vergne, a faticare nelle retrovie mentre la DS Techeetah di Lotterer controllava l’ePrix.

Nel mondiale Piloti, Bird comanda con 54 punti, davanti a D’Ambrosio (53), Di Grassi e Mortara (52), Da Costa (47). La classifica del mondiale Costruttori vede un rimescolamento delle posizioni. Envision Virgin Racing guida con 97 punti, Audi Sport insegue a 86 punti, poi Mahindra (83), Venturi (66) e BMW i (65). 

ORDINE D’ARRIVO

Pos

Pilota

Team

Miglior giro

Distacchi

1

MORTARA

VENTURI FORMULA E TEAM

1:03.251

59:36.119

2

DI GRASSI

AUDI SPORT ABT SCHAEFFLER

1:03.214

+ 0.988

3

FRIJNS

ENVISION VIRGIN RACING

1:03.202

+ 1.536

4

ABT

AUDI SPORT ABT SCHAEFFLER

1:03.238

+ 1.985

5

MASSA

VENTURI FORMULA E TEAM

1:03.535

+ 3.258

6

BIRD

ENVISION VIRGIN RACING

1:02.358

+ 3.306

7

EVANS

PANASONIC JAGUAR RACING

1:03.561

+ 4.017

8

PAFFETT

HWA RACELAB

1:03.719

+ 4.368

9

TURVEY

NIO FORMULA E TEAM

1:03.705

+ 5.624

10

DA COSTA

BMW I ANDRETTI MOTORSPORT

1:03.688

+ 6.492

11

LÓPEZ

GEOX DRAGON

1:03.857

+ 7.218

12

DILLMANN

NIO FORMULA E TEAM

1:03.866

+ 7.825

13

VERGNE

DS TECHEETAH FORMULA E TEAM

1:03.611

+ 16.604

14

LOTTERER

DS TECHEETAH FORMULA E TEAM

1:02.317

+ 24.270

 

ROWLAND

NISSAN E.DAMS

1:03.766

DNF

 

VANDOORNE

HWA RACELAB

1:03.674

DNF

 

BUEMI

NISSAN E.DAMS

1:04.312

DNF

 

SIMS

BMW I ANDRETTI MOTORSPORT

1:04.899

DNF

 

NASR

GEOX DRAGON

DNF

 

WEHRLEIN

MAHINDRA RACING

DNF

 

D’AMBROSIO

MAHINDRA RACING

DNF

 

PIQUET JR.

PANASONIC JAGUAR RACING

DNF

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia