25 Ottobre 2019

ForumAutoMotive: allarme sicurezza stradale, se ne parla il 29 ottobre a Milano

La sicurezza stradale è un tema che deve entrare con urgenza nell’agenda del nuovo Governo: i dati allarmanti sugli incidenti lo dimostrano e il Codice della Strada è ormai obsoleto. A ForumAutoMotive il mondo delle quattro ruote, le istituzioni e le forze dell’ordine si confronteranno su questo argomento cruciale.

Tra i ritardi della politica e i tempi biblici per la revisione necessaria del Codice della strada, è allarme sicurezza stradale. Se ne parlerà martedì 29 ottobre (ore 9) all’interno del nuovo appuntamento con ForumAutoMotive, il serbatoio di idee e centrale di dibattiti sui temi della mobilità a motore promosso dal giornalista Pierluigi Bonora.

L’evento si svolgerà  all’Enterprise Hotel di Milano (corso Sempione, 91). “La sicurezza stradale esige che l’attenzione sia sempre alta” spiega Pierluigi Bonora, facendo riferimento, in particolare alle cronache degli ultimi mesi che “restituiscono un vero e proprio bollettino di guerra con una crescita continua degli incidenti dovuti in particolare alla distrazione da smartphone, alla guida in stato di ebbrezza o in stato di alterazione da stupefacenti”.

Conferenza ForumAutoMotive

Approfondisci: incidenti, le ultime statistiche di ACI-Istat

LA RIFORMA DEL CODICE DELLA STRADA

Il primo dibattito di ForumAutoMotive sarà incentrato sul tema “Codice della Strada: i (soliti) ritardi della politica”, che vedrà gli interventi di ACI, ANIA, ASAPS e della Polizia Stradale (rappresentata dal dirigente del compartimento di Polizia Stradale della Lombardia Roberto Campisi).

Al centro della scena, la necessità che l’allarme sicurezza stradale entri con urgenza nell’agenda dei lavori del nuovo Governo. Successivamente, Valentina Borgogni, presidente dell’Associazione Gabriele Borgogni, racconterà la storia di suo fratello ucciso da un ubriaco alla guida di un’auto, con, a seguire, un approfondimento sul rapporto tra i giovani e la sicurezza stradale.

Leggi anche: un Codice della Strada da rinnovare, il punto di vista di Aniasa

Un punto strategico, secondo FormuAutoMotive, è proprio quello di diffondere l’educazione stradale nelle scuole, dove educazione civica e educazione stradale dovrebbero essere insegnate al pari delle altre materie per “formare” i futuri automobilisti.

SICUREZZA STRADALE: IL PUNTO DI VISTA DELLA POLITICA E DEL MONDO AUTO

Nella seconda parte della mattinata ci si confronterà su come la politica e il settore automotive possono impegnarsi per contrastare i comportamenti irresponsabili alla guida. Nel primo dei due dibattiti in programma interverranno l’On. Simone Baldelli, membro della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati, l’On. Giuseppe Donina, membro della Commissione Trasporti della Camera e relatore della Riforma del Codice della Strada e l’On. Paolo Gandolfi, urbanista ed ex deputato Relatore della Legge dell’Omicidio Stradale.

Nel corso del secondo dibattito, invece, saranno i protagonisti della filiera automotive a prendere la parola: in particolare, tra gli altri, saliranno sul palco Michele Crisci, presidente e amministratore delegato di Volvo Car Italia, Gaetano Thorel, direttore generale di Groupe PSA Italia, Gabriele Allievi, amministratore delegato di Bosch Italia, Roberto Fedeli, head of global innovation di FCA e Franco Fenoglio, presidente e amministratore delegato di Italscania.

foto di Jürgen Fälchle

IL PREMIO DEKRA ROAD SAFETY AWARD A FORUMAUTOMOTIVE

ForumAutoMotive si concluderà con un appuntamento giunto alla seconda edizione, il “Dekra Road Safety Award”, il premio assegnato a un personaggio o un’azienda che si sono distinti in maniera particolare nel campo della sicurezza.

Quest’anno il riconoscimento andrà al Prefetto Roberto Sgalla, già direttore centrale delle Specialità della Polizia di Stato, per sottolineare l’importanza dell’impegno della Polizia di Stato sulle strade italiane, mentre Volvo, rappresentata da Michele Crisci, riceverà una menzione speciale come riconoscimento in occasione dei 60 anni dall’invenzione della cintura di sicurezza a tre punti.

Il riconoscimento è assegnato da Dekra, multinazionale nata a Stoccarda nel 1925, e oggi presente in ben 55 Paesi, sparsi in tutti e cinque i Continenti, con oltre 45mila persone impiegate, di cui 700 solo in Italia. L’azienda, come sottolinea Toni Purcaro, presidente di Dekra Italia (che nel corso dell’evento consegnerà il premio a Sgalla), ha da sempre una missione, quella di “migliorare la sicurezza sulle strade, al lavoro e a casa”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia