20 Maggio 2019

Free2Move punta sui concessionari e lancia il servizio di noleggio a breve termine

Free2Move, per crescere, punta sui concessionari, destinati a diventare veri e propri hub di mobilità. L'offerta a disposizione dei dealer si amplia e presto comprenderà anche il noleggio auto a breve termine.

I concessionari? Per Free2Move, il marchio di mobilità del Gruppo PSA, sono destinati a diventare un vero e proprio hub di mobilità e tra qualche mese potranno offrire ai loro clienti anche il noleggio auto a breve termine. La conferma arriva da Andrea Valente, general manager di Free2Move Lease Italia, che abbiamo incontrato nei giorni scorsi a Automotive Dealer Day 2019.

“La rete dei dealer è il vero punto di forza di un Gruppo automobilistico perché garantisce ciò che gli altri mirano ad avere: la capillarità e la prossimità al cliente. Per questo, nel nostro progetto di Free2 Move abbiamo messo i concessionari al centro, sia nella vendita sia nell’assistenza” spiega Valente.

auto Free2Move

Approfondisci: i progetti del marchio del Gruppo PSA per il 2019

FREE2MOVE LEASE: ECCO IL NOLEGGIO A BREVE TERMINE

“Il concessionario diventerà il nostro hub di mobilità, in quest’ottica il nostro obiettivo è fornire soluzioni di mobilità che possono andare da 5 minuti a 5 anni” ribadisce Valente. Uno dei maggiori punti di forza di Free2Move Lease è proprio la rete di concessionari che, con circa 300 dealer e 700 riparatori ufficiali, garantisce capillarità territoriale sia in termini di vendita, sia di assistenza post-vendita. Proprio quest’anno il marchio di mobilità del Gruppo PSA ha integrato Opel nella sua offerta, al fianco di Peugeot, Citroen e DS.

Ma le novità non finiscono qui. Dopo il noleggio a lungo termine e il car sharing, l’offerta di Free2Move comprenderà anche il noleggio a breve termine. “Stiamo lanciando Free2Move Rent, il cui obiettivo è fare diventare i dealer i nostri provider del noleggio a breve termine, sia per le vetture di cortesia, sia per le vetture in test drive e sia per le vetture per il tempo libero”. Si parte dal secondo semestre del 2019 e i contratti, almeno nella fase iniziale, spazieranno da un giorno a un mese. 

Free2Move Lease progetti 2019

Il funzionamento sarà semplice. “Il cliente potrà vedere tramite l’app Free2Move tutte le vetture che il dealer ha messo a disposizione, prenotarle aprirle direttamente attraverso lo smartphone, utilizzarle e pagare il servizio come un car sharing, ma ‘station based’ all’interno delle concessionarie”. Per i dealer  si tratta, ovviamente, di una nuova e ulteriore “opportunità di business e di entrare in contatto con clienti che, diversamente, non sarebbero andati da loro”.

Leggi anche: perché il noleggio diventa un’opportunità di business per i concessionari

IL 2019 DI FREE2MOVE LEASE

Il 2019 si è aperto con il ritmo giusto per Free2Move Lease. “Finora abbiamo ottenuto una crescita del 0% rispetto allo stesso periodo del 2018, con una media di 500 contratti al mese e con una grande partecipazione da parte dei dealer che lavorano con noi”. 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia