Furgoncini elettrici: dalla Germania arrivano i Work di StreetScooter
 

L’Italia accoglie i furgoncini elettrici StreetScooter di Deutsche Post


I furgoncini elettrici di StreetScooter hanno già percorso oltre 7 milioni di chilometri percorsi senza immettere nell’ambiente sostanze inquinanti. Rappresentano la somma delle distanze che negli ultimi anni hanno consentito agli Work, i piccoli mezzi commerciali 100% elettrici disegnati e prodotti dalla StreetScooter, una società tecnologica con sede in Germania, più precisamente ad Aachen, di farsi conoscere ed apprezzare anche al di fuori del suolo tedesco.

i furgoncini elettrici Streetscooter Work di Deutsche Post

Quella che era nata nel 2010 come uno spin-off del Politecnico della città (Rheinisch-Westfaelische Tecniche Hochschule – RWTH) è finita nel mirino dell’equivalente delle nostre Poste Italiane, ossia Deutsche Post DHL, che nel 2014 ne ha acquisito l’intero pacchetto azionario.

IL MONDO STREETSCOOTER IN UN CLICK

L’avvio della produzione in serie, da parte della società di Aachen, di piccoli veicoli zero emissioni da destinarsi alle flotte impegnate nel trasporto locale data a un anno più tardi. Oggi sono già oltre 3.500 i mezzi, tutti caratterizzati da un’inconfondibile livrea nero-gialla, che circolano sul territorio tedesco per consegnare missive o pacchi.

Leggi anche: Scopri a che cosa porterà l’accordo tra Ford, Deutsche Post e StreetScooter

Una soglia che ha indotto StreetScooter a ritenersi matura per muovere oltre i confini nazionali. E per approdare nel nostro Paese, grazie all’accordo siglato con e-veicoli.com, “fornitore di soluzioni emobility per il commercio e l’industria italiana”, orientato proporre ai propri clienti “scelte sostenibili e convenienti”, come si legge sulla homepage del sito dedicato.

Attraverso il portale della società di Montenero di Bisaccia (CB) potranno essere acquistati tutti i prodotti commercializzati dalla Streetscooter, inclusi, anche se non in questa fase iniziale, il modello StreetScooter Work L con Cassone e quello con Piattaforma, introdotti per ampliare il campo delle applicazioni professionali possibili.

I furgoncini elettrici di StreetScooter

FURGONCINI ELETTRICI IN VIAGGIO PER IL MONDO

Andrea Sujata, direttore Vendite e Marketing della StreetScooter, non ha nascosto la gioia per il risultato conseguito, “attrarre partner strategici al di fuori della Germania in breve tempo”. Il manager ha parlato di “traguardo significativo”, reso possibile in virtù della collaborazione sottoscritto con un “partner rinomato e ben connesso”.

Mentre annuncia di essere pronta, sul medio termine, a sostituire l’intera flotta circolante (per un totale di circa 50mila unità) con veicoli equivalenti, ma alimentati da energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, la società tecnologica di proprietà di Deutsche Post DHL guarda all’Italia come primo gradino di una scala ben più lunga, che dovrebbe proiettare la formula lanciata da StreetScooter sui dei principali mercati internazionali.

Related Posts

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*