Furti auto: i veicoli a noleggio vanno sempre più a ruba

Le ultime rilevazioni di Aniasa testimoniano che i furti delle auto del noleggio a breve termine sono in crescita. Grazie ai dispositivi telematici, però, aumenta anche il tasso di recupero, che arriva a sfiorare il 50% sul totale dei veicoli rubati.

La piaga dei furti di auto continua a colpire il noleggio a breve termine: 1.800 vetture e furgoni rubati, con una media di quasi 5 al giorno e una crescita dell’11% rispetto all’anno precedente. I dati emergono dall’analisi annuale di Aniasa sul trend dei furti (dati aggiornati al 2019). 

Furti auto noleggio a breve termine

Da notare che il 90% degli episodi criminali si concentra in cinque regioniCampania, Puglia, Sicilia, Lazio e Lombardia. Allo stesso tempo, funziona la controffensiva messa in campo dalle società di noleggio che, grazie alla tecnologia, riescono a recuperare quasi la metà dei veicoli rubati.

Approfondisci: i numeri del noleggio ad agosto

 

2019 2018 Var%  
 

Veicoli rubati

1.800 1.600 +11%  
Veicoli recuperati da furti 890 790

+12,5%

 
Danni da furti (mln di €) 12,5 10,2

+22%

 

FURTI AUTO: UNA PIAGA PER IL RENT A CAR

I dati di Aniasa sul Rent a Car confermano che i furti auto in questo settore sono purtroppo in controtendenza rispetto a quanto si registra a livello nazionale: le organizzazioni criminali, negli anni, hanno ridotto i volumi delle auto sottratte per focalizzarsi su quelle più redditizie e appetibili per il mercato nero dei ricambi e per l’esportazione nei Paesi europei. Tra le vetture monitorate con particolare attenzione ci sono quelle a noleggio, che sono fresche e perfettamente mantenute.

Per fortuna una buona notizia arriva dai tassi di recupero che, anche qui diversamente dal mercato generale (dove solo il 36% delle vetture viene ritrovato), continuano a crescere e lo scorso anno hanno addirittura sfiorato il 50%. Merito degli investimenti delle società di Rent a Car che negli ultimi anni hanno dotato la propria flotta di efficaci dispositivi telematici in grado di supportare le Forze dell’Ordine nel recupero dell’auto rubata.

Leggi anche: l’ultima tecnologia di LoJack per recuperare le vetture sottratte

IL COMMENTO DI ANIASA

I nostri ultimi dati confermano e se possibile consolidano il negativo primato europeo e mondiale del nostro Paese nella graduatoria delle nazioni più colpite dalla piaga dei furti d’auto. La crisi economica degli ultimi anni ha spinto le organizzazioni criminali a puntare con crescente interesse verso questo redditizio business e, in particolare, verso la crescente flotta delle auto a noleggio a breve termine. Numeri significativi, cui si aggiungono quelli del noleggio a lungo termine e del car sharing e che portano a un totale di oltre 6.000 unità le vetture rubate ogni anno alle società di mobilità pay-per-use (lungo termine, breve termine e car sharing). Un fenomeno che in una fase di crisi acuta dell’industria turistica e di recessione economica mette a rischio la sopravvivenza di alcuni operatori meno strutturati” commenta Giuseppe Benincasa, direttore generale di Aniasa.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia