Furti, RC auto, lotta alle truffe: i benefici della scatola telematica

Nella video intervista Gianpiero Mosca, amministratore delegato di AON Re Trust Broker, spiega -secondo la sua esperienza- quali sono i vantaggi  della scatola telematica per le flotte:

I REQUISITI INDISPENSABILI- la scola telematica dà molti benefici,  “Ma per  essere performante, e quindi portare  un contenimento dei costi assicurativi e non solo assicurativi, deve essere un vero e proprio apparecchio che abbia una serie di funzioni indispensabili -spiega Gianpiero Mosca -. In primo luogo il geo localizzatore per sapere sempre dove si trova la vettura, in secondo luogo dei rilevatori di crash che consentano di rilevare una serie di parametri: la decelerazione legata alla frenata dalla quale capire la velocità alla quale andava il veicolo al momento dell’urto, e devo avere la rilevazione dell’intensità dell’urto. Questo permette di valutare la congruità delle lesioni lamentate dall’utilizzatore del veicolo e delle altre persone a bordo”.

IL KNOW-HOW- “Ci dev’essere un gestore con esperienza che abbia tarato i vari rilevatori in maniera tale da evitare i cosiddetti ‘falsi positivi’, altrimenti ogni buca viene segnalata come possibile crash”, specifica Gianpiero Mosca. Una volta soddisfatte tutte queste premesse non ci sono dubbi: “La scatola telematica ha valenze importante in campo di contenimento del rischio furto, di Rc auto perché consente di avere subito evidenza del sinistro e di smontare non infrequenti frodi e truffe“.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia