Auto elettriche: una partita che si sta giocando nel futuro

Il futuro delle auto elettriche? E’ più che mai roseo e radioso. Almeno stando ai programmi annunciati dalle Case automobilistiche per i prossimi anni. Che vedono la tecnologia a zero emissioni al centro delle loro strategie. La notizia desta scalpore, specie se si guardano le dimensioni esigue che caratterizzano oggi il mercato dell’elettrico. Ma si sa, le potenzialità sono elevate e l’interesse dei Costruttori fa sì che la partita sia già aperta. Con lo sguardo, però, tutto proiettato al futuro. Intanto, in attesa di conoscere gli sviluppi, abbiamo fatto il punto sul presente dell’alimentazione elettrica con un esperto, Daniele Invernizzi, presidente di eV-Now!

VIDEO: INTERVISTA A DANIELE INVERNIZZI, PRESIDENTE DI EV-NOW! – A CURA DI VINCENZO BONANNO

LE PAROLE, ASPETTANDO I FATTI

I numeri parlano di un comparto dei veicoli a zero emissioni che oggi, in Italia, pesa lo 0,1% del totale. Ancora una nicchia, in definitiva. Una cifra che non cambia anche analizzando i dati dell’Europa. Eppure, i numeri uno delle Case credono sempre di più nel futuro delle auto elettriche. Qualche esempio. Matthias Muller, ceo di Volkswagen ha dichiarato che da adesso al 2025 la Casa tedesca punterà su 30 modelli a zero emissioni, con l’obiettivo di “vendere tra 2 e 3 milioni di auto elettriche all’anno”. Stesso discorso per Audi, che ha annunciato per il 2018 il lancio di un Suv elettrico. Restando in Germania, anche Mercedes ha annunciato un investimento di “5,4 miliardi di euro nei prossimi due anni” per elettrificare la gamma. Tre colossi, dunque, sono entrati prepotentemente nella partita.

PREMIUM E GENERALISTI

Una partita, quella legata al futuro delle auto elettriche, che vede anche altri protagonisti affermati: come BMW, che ha recentemente aumentato del 50% la capacità delle batterie della i3, e Tesla, che ha puntato sulla tecnologia elettrica sull’intera gamma. Nissan, invece, vuole incrementare l’infrastruttura di ricarica in Europa e nel mondo (l’ultima notizia è il cofinanziamento di un progetto in Germania e Belgio) e, soprattutto grazie alla Leaf, ha già venduto oltre 241mila veicoli elettrici. Infine, Hyundai sta per lanciare sul mercato la Ioniq, prima vettura in grado di essere declinata con tre diverse motorizzazioni green: elettrico, ibrido e ibrido plug-in. Ci sono, quindi, tutti i presupposti per dare definitivamente la “scossa” al mercato.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia