26 Febbraio 2020

Il futuro di Mirafiori: sostenibilità e nuovi modelli elettrici

Lo stabilimento di Mirafiori riduce le emissioni puntando su fotovoltaico ed elettrico, con l'obiettivo della piena occupazione nel 2022. Intanto tutto è pronto per la produzione della nuova 500 e.

Quale sarà il futuro di Mirafiori? Lo storico impianto industriale automobilistico della Fiat di Torino punta sulla sostenibilità.  Pannelli fotovoltaici, infrastrutture per la ricarica e produzione di nuovi modelli elettrici.

Senza contare che Torino è destinata a diventare la capitale italiana della guida autonoma. Proprio nel capoluogo piemontese esiste già un percorso adibito alle prove di autonomous driving. Un’area di circa 35 chilometri che tocca molti luoghi noti di Torino, dalla Città della Salute all’Università, dal Palagiustizia alle stazioni di Porta Nuova e Porta Susa fino agli stabilimenti di Mirafiori e Powertrain.

LE INNOVAZIONI DI MIRAFIORI

In totale, gli investimenti avviati a Mirafiori ammontano finora a circa 2 miliardi di euro. L’obiettivo è il raggiungimento della piena occupazione nel 2022. Intanto, FCA ha avviato l’assunzione di un centinaio di dipendenti specializzati.

I pannelli fotovoltaici

Fca installerà pannelli fotovoltaici (in partnership con Edison e la francese Engie) su una superficie di 150 mila metri quadrati, in grado di produrre 15 MW di elettricità. Questo contribuirà alla riduzione delle emissioni per oltre 5.000 tonnellate di CO2 e darà energia sostenibile per la carica dei modelli elettrificati prodotti nel sito.

Colonnine di ricarica

Saranno installate 850 colonnine di ricarica nell’intero polo di Torino e in particolare, 750 punti di ricarica sono destinati ai parcheggi dipendenti. Il fotovoltaico servirà ad approvvigionare anche questa rete di infrastrutture.

Nuovi veicoli elettrici

C’è grande attesa per il lancio della nuova 500 elettrica, che verrà prodotta a Mirafiori a partire da giugno. Le linee di produzione sono completate ed è avviata la realizzazione delle vetture pre-serie.

Leggi anche: Fiat al Salone di Ginevra 2020: occhi puntati sulla 500 elettrica

Avviata anche la produzione con motorizzazione ibrida per Maserati Ghibli, mentre si attende il restyling delle Maserati Quattroporte e Levante (la produzione partirà a luglio). Inoltre, nel corso del 2021 inizierà la produzione delle nuove Maserati GranTurismo e GranCabrio che saranno le prime Maserati ad adottare soluzioni cento per cento elettriche.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia